rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Sport

Il Brindisi prende forma, prima partita vera in famiglia

CINGOLI – Il Brindisi sta venendo fuori. Oggi pomeriggio c’è stata la prima partita vera, in famiglia, ma giocata con uno schema che potrebbe essere indicativo per il futuro. Infatti entrambe le formazioni scese in campo, la A e la B, si sono mosse con il 4-3-3. Uno schema reso possibile dalla rapidità dei giocatori. La partita si è conclusa con il risultato di 4-0. Due gol per tempo. Nel primo tempo è andato a segno due volte Alessandrì, mentre nella ripresa hanno messo la palla in rete Mortelliti e Moscelli.

CINGOLI - Il Brindisi sta venendo fuori. Oggi pomeriggio c'è stata la prima partita vera, in famiglia, ma giocata con uno schema che potrebbe essere indicativo per il futuro. Infatti entrambe le formazioni scese in campo, la A e la B, si sono mosse con il 4-3-3. Uno schema reso possibile dalla rapidità dei giocatori. La partita si è conclusa con il risultato di 4-0. Due gol per tempo. Nel primo tempo è andato a segno due volte Alessandrì, mentre nella ripresa hanno messo la palla in rete Mortelliti e Moscelli.

Le formazioni. La squadra A nel primo tempo ha giocato con Marconato in porta, Coduti terzino destro e Camposeo a sinistra. Centrali La Rosa e Taurino. In mediana Cejas, Lenti e Monopoli. In avanti Moscelli, Alessandrì e Mortelliti. La squadra B: Buono in porta; difesa a quattro con Cesareo a destra, Papa e Perna al centro, e Pisa a sinistra. In mezzo al campo De Cesare, Pupino e Gelfusa; in avanti Piro, Piergallini e Maiorino.

Nella ripresa mister Carlo Florimbj nella squadra A ha inserito Pisa al posto di Camposeo e Piro al posto di Cejas. Nella squadra B ha piazzato Cerbone al posto di Pisa, spostato nella A, Novelli al posto di Gelfusa e Iacca al posto di Piro, passato nella squadra A. Non hanno giocato Pizzolla e Montella, bloccati dal medico sociale Dino Furioso, perché hanno avvertito fastidi muscolari.

Lo stesso Dino Furioso ha deciso di mandare a Brindisi Riccardo Idda in modo da poter essere curato per bene nel centro medico sportivo di San Pietro Vernotico ed essere pronto a riprendere l'allenamento al rientro in sede della squadra. Idda si trascina dallo scorso anno una infiammazione ad un laterale che va curata nella struttura medica.

Sono stati disputati due tempi di trenta minuti ciascuno perché i giocatori sono molto affaticati dall'intenso lavoro al quale stanno facendo fronte. Ed anche perché si è giocato su un campo in sintetico in quanto lo stadio principale di Cingoli era prenotato da due settimane per un'amichevole.

In mattina i biancazzurri avevano lavorato per un'ora e quaranta minuti. Atletica molto intensa. Domani mattina la squadra riposa, mentre nel pomeriggio tornerà ad allenarsi. Il rientro a Brindisi è previsto per sabato 14 agosto. Il 15 si riposa e si torna a lavorare lunedì 16 per preparare la gara di Coppa Italia che si giocherà mercoledì 18 a Melfi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Brindisi prende forma, prima partita vera in famiglia

BrindisiReport è in caricamento