rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Sport

Il Brindisi prepara la strategia anti - Lamezia, squadra difficile

BRINDISI – Il terzino sinistro Fruci non è tra i convocati per la gara di domani contro la Vigor Lamezia. Come avevamo anticipato ieri Carlo Florimbj, allenatore del Football Brindisi 1912, non ha voluto rischiare che possa riacutizzarsi il dolore inguinale e quindi ha preferito tenerlo a riposo. Il suo posto sarà preso da Lispi. Ma vediamo i convocati. Sono ventitré: Marconato e Prisco, Taurino, Larosa, Lispi, Coduti e Mottola, Pizzolla, Cejas, Piro, Alese, Novielli, Maiorino, Moscelli, Ceccarelli, Alessandrì, Pupino, Di Matteo, Gelfusa, Cerbone, Matarazzo, Manoni.

BRINDISI - Il terzino sinistro Fruci non è tra i convocati per la gara di domani contro la Vigor Lamezia. Come avevamo anticipato ieri Carlo Florimbj, allenatore del Football Brindisi 1912, non ha voluto rischiare che possa riacutizzarsi il dolore inguinale e quindi ha preferito tenerlo a riposo. Il suo posto sarà preso da Lispi. Ma vediamo i convocati. Sono ventitré: Marconato e Prisco, Taurino, Larosa, Lispi, Coduti e Mottola, Pizzolla, Cejas, Piro, Alese, Novielli, Maiorino, Moscelli, Ceccarelli, Alessandrì, Pupino, Di Matteo, Gelfusa, Cerbone, Matarazzo, Manoni.

Pizzolla che era in dubbio è stato convocato. Ma bisognerà aspettare domani per sapere se Florimbj, che ritorna in panchina dopo una giornata di squalifica, lo manderà in campo oppure gli preferirà Manoni. O Magari utilizzerà Pizzolla e Manoni e terrà in panchina Cejas. Stesso discorso per Piro. Sarà lui ad occupare la fascia destra d'attacco oppure Matarazzo? Florimbj non si sbilancia. La gara con il Vigor Lamezia è molto importante per trascurare anche un dettaglio marginale. La squadra che scenderà in campo dovrà funzionare alla perfezione, come un orologio svizzero.

I calabresi non sono un avversario tenero. In classifica hanno otto punti, frutto di due vittorie e due pareggi. Niente male per una squadra appena arrivata in Seconda divisione e che punta molto sui giovani. Uno dei pochissimi anziani è Benedetto Mangiapane, rimasto per qualche mese nel Brindisi dei fratelli Barretta. E' uno specialista dei calci piazzati. Molto bello il gol segnato, quando giocava nel Brindisi, direttamente dal corner.

Costantino, allenatore dei calabresi, dovrebbe utilizzare la stessa formazione che domenica scorsa, giocando in casa contro l'Aversa, ha subìto il gol del pareggio al 49' della ripresa, pochi secondi prima del fischio finale. Collocando in porta il giovanissimo Forte (è nato nel 1991); con la linea difensiva a quattro composta da Sinicropi, Parisi, Caridi, Manganaro; centrocampo pure a quattro con Catalano, Mangiapane Giuffrida e Iannazzo; e in attacco Lattanzio e De Luca.

Stesso modulo che adotterà Florimbj con Marconato in porta; terzini Coduto e Lispi, centrali di difesa Taurino e Larosa. In mediana Cejas (o Manoni), Pizzolla (o Manoni), Piro (o Matarazzo) e Alessandrì. In avanti Ceccarelli e Moscelli, sei gol in due in quattro gare.

In questi giorni in città c'è stata abbastanza fermento da parte dei tifosi, che hanno abbandonato la loro posizione agnostica nei confronti della squadra e della società, conseguente alla mancata domanda di ripescaggio in Prima divisione (il Brindisi era la quarta squadra nella graduatoria dei ripescaggi). In settimana si sono mobilitati; sono ricomparsi in città striscioni e lenzuola con sopra l'invito ai cittadini a recarsi domani allo stadio Fanuzzi. Striscioni e lenzuola collocati in vari angoli della città. I dirigenti del Football Brindisi hanno apprezzato questa iniziativa e in una nota, che abbiamo pubblicato ieri, hanno ringraziato la tifoseria.

Domenica scorsa il presidente Vittorio Galigani a fine gara era contrariato dalla scarsa affluenza di pubblico nonostante il Brindisi occupi la prima posizione in classifica. Vedremo domani quale sarà la risposta della tifoseria, se si riuscirà a superare le 1.500 presenze, compresi i numerosi "portoghesi" che hanno mandato in bestia Galigani, e si riuscirà a tornare almeno alle milleottocento/duemila presenze che erano lo zoccolo duro di questa squadra.

La gara avrà inizio alle 15 e sarà diretta da Johannes Donati di Ravenna, con l'augurio che finalmente ad arbitrare una gara del Football Brindisi sia stato inviato un arbitro degno di tale nome. Donati ha una lunga esperienza in Prima divisione e di lui si dice che sia un arbitro abbastanza equilibrato. Esattamente il contrario di ciò che sono stati gli arbitri che in questa prima fase di campionato hanno diretto le partite del Brindisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Brindisi prepara la strategia anti - Lamezia, squadra difficile

BrindisiReport è in caricamento