Il Brindisi tranquillo alla gara uno col Cisco Roma

BRINDISI – Finito il campionato, il Football Brindisi concentra l’attenzione sugli spareggi-promozione che avranno inizio domenica 23 maggio. Si giocherà a Brindisi, nello stadio Fanuzzi, la gara-uno contro la Cisco Roma. Il ritorno la domenica successiva, 30 maggio, nello stadio Flaminio di Roma. Per i play off si riparte da zero. Vengono annullate tutte le ammonizioni accumulate. Però sono sufficienti due cartellini gialli per far scattare una giornata di squalifica.

Massimo Silva

BRINDISI – Finito il campionato, il Football Brindisi concentra l’attenzione sugli spareggi-promozione che avranno inizio domenica 23 maggio. Si giocherà a Brindisi, nello stadio Fanuzzi, la gara-uno contro la Cisco Roma. Il ritorno la domenica successiva, 30 maggio, nello stadio Flaminio di Roma. Per i play off si riparte da zero. Vengono annullate tutte le ammonizioni accumulate. Però sono sufficienti due cartellini gialli per far scattare una giornata di squalifica.

La finale si disputerà nei giorni 6 e 13 giugno. Una gara di andata e una di ritorno tre le vincenti delle semifinali. Per preparare questa coda di campionato, che può portare alla promozione in Prima divisione, l’allenatore Massimo Silva, dopo avere sentito il preparatore atletico Sergio Musa, ha stilato un programma che prevede la ripresa degli allenamenti domani pomeriggio. Si proseguirà giovedì e venerdì, mentre sabato pomeriggio la squadra biancazzurra disputerà una gara amichevole, nel Fanuzzi, probabilmente con la giovanile del Gallipoli. Quindi tutti e casa per riprendere martedì prossimo.

Per la gara con la Cisco Massimo Silva dovrebbe avere tutti i giocatori a disposizione. Anche gli acciaccati che domenica scorsa sono stati lasciati precauzionalmente a riposo. “La cosa fondamentale – dice Massimo Silva – è che nell’ambiente c’è serenità ed entusiasmo. Questo ci aiuta molto”.

I tifosi stanno organizzando grandi cose per la partita di domenica. Stando alle previsioni lo stadio dovrebbe essere stracolmo. Il profumo della Prima divisione ha portato il tifo alle stelle. Gli appassionati del calcio sanno che il loro ruolo in questo momento è fondamentale e non vogliono far mancare questo supporto.

Addirittura si stanno già organizzando per la gara di ritorno in modo da essere in tanti anche a Roma, nello stadio Flaminio. “Si torna a respirare l’aria di festa dello scorso anno – commenta Mimino Andriani, presidente del club Football Brindisi 1912 -. Siamo certi che in questi spareggi il Brindisi saprà farsi valere. Noi saremo il dodicesimo uomo in campo. Spero che lo stadio si riempia come lo scorso anno nel giorno della promozione in Seconda divisione. E spero anche che i presidenti Barretta possano avere la soddisfazione di portare il Brindisi in C1 e ci ripensino sulla decisione di lasciare la squadra”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La conquista dei play off ha sanato anche una divisione che si era consumata negli anni scorsi tra il gruppo storico del tifo organizzato “Vecchia guardia” e la Curva Sud “Michele Stasi”. Durante la partita con il Manfredonia i tifosi della “Vecchia guardia”, che siedono nella gradinata, hanno portato il loro striscione in Curva Sud. Con questo gesto hanno voluto dire che tutti i tifosi debbono stringersi, uniti, attorno alla squadra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

  • Assembramenti e spiagge libere: come si stanno organizzando i Comuni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento