rotate-mobile
Sport

Il Comune premia la ginnasta Serena Licchetta: "Orgoglio per lo sport brindisino"

BRINDISI – L'assessore allo Sport Cosimo De Michele ha parlato di lei come un elemento di orgoglio per la nostra città, nel suo ambito un patrimonio assieme alla tennista Flavia Pennetta. A Palazzo Nervegna, questa mattina, è stata la giornata della giovane ginnasta Serena Licchetta (della società “La Rosa”) che ha ricevuto un riconoscimento dal Comune di Brindisi per i risultati finora conseguiti. E molti altri si profilano all'orizzonte, visto che l'obiettivo è quello di vedere la Licchetta con la Nazionale italiana alle Olimpiadi di Londra nel 2012.

BRINDISI - L'assessore allo Sport Cosimo De Michele ha parlato di lei come un elemento di orgoglio per la nostra città, nel suo ambito un patrimonio assieme alla tennista Flavia Pennetta. A Palazzo Nervegna, questa mattina, è stata la giornata della giovane ginnasta Serena Licchetta (della società "La Rosa") che ha ricevuto un riconoscimento dal Comune di Brindisi per i risultati finora conseguiti. E molti altri si profilano all'orizzonte, visto che l'obiettivo è quello di vedere la Licchetta con la Nazionale italiana alle Olimpiadi di Londra nel 2012.

Classe 1993, nel 2008 la Licchetta ha partecipato con la nazionale italiana ai campionati Europei di ginnastica artistica femminile in Francia e pochi mesi dopo ha preso parte alle Olimpiadi juniores tenutesi a Belgrado. Sempre nel 2008, insieme alla squadra femminile della "Ginnastica La Rosa Brindisi" ha conquistato la promozione in serie A/2, e un anno dopo c'è stato il doppio salto di categoria, con la promozione in serie A1 per Brindisi e Serena grande protagonista di questo risultato.

Dopo gli sfortunati Giochi del Mediterraneo 2009, è arrivata l'attesa convocazione per l'esordio nel campionato mondiale assoluto di ginnastica artistica. La partenza per Londra, le speranze e l'incredibile ottavo posto nelle qualificazioni davanti ad oltre 100 avversarie e 30 mila spettatori, con la partecipazione alla final eight delle parallele asimettriche. Sempre nel 2009 è arrivata anche la partecipazione alla "Swiss Cup" di Zurigo con la nazionale. Ad ottobre Serena ha fatto parte della nazionale femminile con cui ha vinto il trofeo "Massucchi" di Mortasa, davanti a Spagna e Olanda. Bene la Licchetta soprattutto alle parallele mentre, nella graduatoria individuale, è giunta al sesto posto. E' stato il preludio ai mondiali di Rotterdam, con la squadra che si è qualificata alla final eight.

Questa mattina, accompagnata dai suoi istruttori Luigi Piliego e Barbara Spagnolo, la Licchetta è stata premiata dal Comune di Brindisi, con le congratulazioni dell'assessore De Michele. "I suoi successi danno lustro e prestigio alla città - ha detto De Michele -, per noi la società La Rosa è una sorta di famiglia. Sarebbe improprio dire che Serena sia la nostra punta di diamante, credo che sia più giusto dire che lei impersonifichi al meglio questa nostra realtà, e questo è uno dei tanti motivi per cui siamo orgogliosi di averla qui con noi. Ora le chiediamo un ultimo sogno: quello di farci esultare alle Olimpiadi di Londra, tra meno di un paio di anni", ha concluso rivolgendosi alla giovane atleta, emozionata ma tanto determinata. "Serena si merita una giornata come questa, si sacrifica tanto e cerchiamo di infonderle non solo insegnamenti tecnici ma anche tanta carica" hanno detto i suoi istruttori. "Questi complimenti mi fanno piacere - ha detto lei -, ma ora penso soltanto a far bene", ha detto la Licchetta, che sta proseguendo la preparazione, con sei-sette ore di allenamento al giorno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune premia la ginnasta Serena Licchetta: "Orgoglio per lo sport brindisino"

BrindisiReport è in caricamento