Il PalaMelfi restituito agli sportivi brindisini dopo l'attentato incendiario

Le vecchie glorie dello sport locale sono state le protagoniste della cerimonia di riconsegna alla città dell'impianto di via Ruta, nell'ambito di una festa dello sport organizzata dal Coni Brindisi

Le vecchie glorie dello sport brindisino al PalaMelfi

BRINDISI – E’ stato emozionante vedere nuovamente le vecchie glorie dello sport brindisino sul glorioso parquet del PalaMelfi. Piero Labate, Checco Fischetto, Lillpo Primaverili, Enzo e Pino Giuri, Roberto Cordella, coach Sarli, Gianni Russo, l’ex pugile Antonio De Vitis e altri ancora sono stati gli acclamati protagonisti della cerimonia di riconsegna alla città dell’impianto di via Ruta, il cui terreno di gioco e i cui spogliatoi sono stati ripristinati nel giro di un paio di settimane, dopo il vile attentato incendiario perpetrato la sera del 30 gennaio.

Riapertura PalaMelfi-3

Centinaia di bambini di varie discipline hanno preso parte a una vera e propria festa dello sport giovanile organizzata per l’occasione del presidente del comitato olimpico provinciale, Nicola Cainazzo, con il supporto di tecnici e dirigenti federali. Fra gli spalti c’erano oltre 200 appassionati, oltre ai rappresentanti delle istituzioni locali (il prefetto Annunziato Vardé, la sindaca Angela Carluccio, il questore Maurizio Masciopinto, il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Nicola Conforti, il comandante del Gruppo della guardia di finanza, il colonnello Tiziano La Grua).

riapertura PalaMelfi, le autorità-2

E’ stata una mattinata all’insegna dei giochi e del divertimento quella andata in scena in via Ruta, su quello stesso parquet in cui, come ricordato dal cerimoniere, il giornalista Antonio Celeste, nel 1980 la Pallacanestro Brindisi di coach Piero Pasini e dell’indimenticato Claudio disputò un campionato di B1 culminato con la prima promozione in A2.

Riapertura PalaMelfi 2-2

Venne giocata il 12 novembre del 1961 la prima partita ufficiale al PalaMelfi: la casa del basket, della palavvolo (il palazzetto è infatti intitolato alla memoria di Franco Melfi, uno dei massimi esponenti del volley brindisino), del pugilato, della scherma, del taekwondo e di altri sport praticati per decenni da generazioni di sportivi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL VIDEO DELLA CERIMONIA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Muore soffocato da un pezzo di focaccia

  • Aggredito con l'acido dalla moglie: uomo stabile ma gravissimo

  • Uomo ustionato con l'acido: la moglie ora è accusata di tentato omicidio

  • Bimbo di 10 anni si accascia in strada: un vigilante gli salva la vita

  • Allarme clima: la provincia di Brindisi è quella che si sta riscaldando di più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento