rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sport

Il tecnico che scoprì Federica Pellegrini approda alla Fimco Sport

Il noto talent scout verrà presentato oggi pomeriggio presso la piscina comunale di contrada Masseriola gestita dalla società

BRINDISI - Max Di Mito, il tecnico che ha scoperto la campionessa Federica Pellegrini, si trasferisce nel Salento e riparte sotto i colori della Fimco Sport. Il tecnico verrà presentato nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà oggi (sabato 15 settembre), alle ore 17,30, presso la piscina comunale di contrada Masseriola gestita dalla stessa Fimco. 

Non ha certo bisogno di presentazioni il talent scout di indubbio capace di scoprire e valorizzare il talento della Federica Nazionale, che sotto la sua guida tecnica stupi il mondo intero conquistando a soli 16 anni l'argento nei 200 stile libero alle Olimpiadi di Atene 2004, iniziando un percorso ed un ciclo di vittorie e successi che la consacreranno come un'icona dello sport italiano e mondiale. 
Una carriera, quella di Di Mito, che lo ha visto protagonista da Mestre a Milano, a Bologna, a Caserta, a Riccione e via dicendo, in DDS, Ispra Nuoto, ADN Energy Standard, con la parentesi da Commissario Tecnico per Federazione Nuoto San Marino solo per citare le esperienze più importanti. 

Dopo la Pellegrini forgia e segue anche altre atlete di alto livello, tra cui, Alice Nesti, finalista olimpica con la staffetta 4x200 a Londra, foto_Mileti-2Alice Mizzau, che è tutt’oggi la seconda duecentista di sempre in Italia, vice-campinessa del Mondo con la staffetta 4x200 a Kazan 2015, con all’attivo 4 Mondiali, 2 Olimpiadi, 3 Campionati Europei, e quest’anno ha riportato in auge Giada Galizi, che ha ottimamente figurato ai recenti Giochi del Mediterraneo ed ai Campionati Europei di Glasgow. 

"La decisione di trasferirsi in Salento nasce intanto da una mia frequentazione e conoscenza di questa bellissima terra," afferma Di Mito, " che risale alla prima metà degli anni 80, periodo in cui, con la mia famiglia iniziai a trascorrere le vacanze estive a Lido Conchiglie, cosa che, peraltro, faccio tuttora. La mia è una scelta di vita ed anche la realizzazione di una sogno, sogno che iniziò proprio in quegli anni e che ora ho realizzato. In tutto il girovagare della mia vita, questo è sempre stato l’unico posto in cui mi sono sentito davvero a casa. 
La Fimco Sport è una società che in questi anni ho sempre seguito, e che si è già messa in luce in ambito nazionale con atleti molto talentuosi".

"Il Progetto Fimco ideato dal Presidente Mileti volto a creare sinergie e collaborazioni tecniche sul territorio regionale e non solo, rappresenta una giusta intuizione e la strada maestra per raggiungere obiettivi di alto livello, proprio per questo ho ritenuto quasi naturale, venendo a vivere qui, proporre la mia collaborazione tecnica alla Fimco ed agli amici Gigi Mileti e Giovanni Gigante. Sono felicissimo perché la Fimco è una bellissima grande famiglia, e spero di poter dare il mio contributo, per un’ulteriore crescita di una squadra che storicamente, come detto, con i suoi 25 anni di storia, è simbolo del nuoto Pugliese. 

Dal canto suo il Presidente della Fimco Sport Gigi Mileti ha sottolineato l'importanza di questa opportunità, "avere nel nostro staff tecnico, un allenatore del calibro di Di Mito, non può che giovare a tutto il nostro ambiente, la sua esperienza, la sua competenza e la sua passione, porteranno sicuramente un prezioso contributo al nostro progetto e faranno crescere dalle basi la nostra società, con il suo intervento e la sua collaborazione anche e soprattutto sulla scuola nuoto dei nostri impianti di Maglie e Brindisi, visto che è proprio quella la vera fucina di tutti gli atleti. Tra l'altro la scelta di Di Mito di accasarsi presso la nostra società ci inorgoglisce proprio in virtù del suo elevato spessore tecnico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tecnico che scoprì Federica Pellegrini approda alla Fimco Sport

BrindisiReport è in caricamento