menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basket, concerti e congressi: ecco come sarà il Palaeventi

Il rendering del palazzetto da 7mila spettatori che sarà realizzato dalla società New Arena in contrada Masseriola

BRINDISI – Per adesso si tratta solo di un rendering. Ma ancora un po’ di pazienza e quelle slide create al computer potranno diventare realtà. In 13 diapositive si ha un’idea chiara di quello che sarà il nuovo Palaeventi. Le immagini sono inserite nella brochure allegata al progetto presentato dalla società New Arena, Ati che ha come capo fila la “New Basket Brindisi”, che mercoledì scorso (17 febbraio) si è aggiudicata il bando di gara del Comune di Brindisi. In attesa dei prossimi step burocratici (prima la presentazione del progetto definitivo da parte della stessa New Arena, poi la convocazione della conferenza dei servizi per il via libera ai lavori) i tifosi gongolano all’idea di un impianto sportivo degno dei traguardi nazionali e internazionali tagliati dal basket brindisino nell’ultimo decennio, con prospettive rosee anche in vista delle prossime stagioni. 

Più volte l’assessore comunale allo Sport del Comune di Brindisi, Oreste Pinto, promotore del project financing da 11 milioni di euro che coinvolge anche la Regione Puglia, ha rimarcato che il Palaeventi non sarà solo la casa del basket. In contrada Masseriola, nei pressi del vetusto e scomodo PalaPentassuglia, sorgerà un’arena da circa 7mila spettatori in cui si svolgeranno anche congressi, concerti ed eventi sportivi internazionali, a partire, si spera, dalla XX edizione dei Giochi del Mediterraneo in programma nel 2026 a Taranto. 

Oreste Pinto-3

Gli spalti, come si vede nel rendering, si svilupperanno su tre livelli. Fra il parterre e il parquet c’è un ampio spazio. Dal tetto pende un tabellone con quattro monitor. All’esterno è prevista una vasta area parcheggi. Si accederà all’impianto tramite una scalinata. All’interno sono previste anche aree ristoro. Finalmente la città potrà disporre di un palazzetto moderno e polifunzionale atteso da decenni. Oltre alla New Basket, maggiore azionista, fanno parte dell’Ati anche: la società Edil Gamma, la ditta Bagnato Luigi, la ditta Bagnato Gianfranco, l’azienda Petito Costruzioni, la New House, impresa edile che fa capo all’ex giocatore Antonio Benarrivo e la Venna s.r.l.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento