Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Brindisi da sogno: impresa storica a Milano, lezione di basket all'Armani

La Happy Casa batte con pieno merito (89-92) lo squadrone di coach Messina. Partita a tratti dominata dai biancazzurri, trascinati da un grande Stone

Foto Legabasket

BRINDISI - Per la prima volta nella storia, Brindisi vince a Milano. Una stratosferica Happy Casa ha espugnato il Forum di Assago (89-92), impartendo a tratti una lezione di basket all'Ax Armani Exchange, uno squadrone costruito per primeggiare sia in Italia che in Europa. In visibilio centinaia di brindisini che hanno spinto la Stella del Sud verso il traguardo, sovrastando il tifo dei supporters locali. 

Il roster di coach Vitucci nel primo quarto ha posto le basi per il trionfo, giocando nettamente meglio dei blasonati avversari. Nel secondo periodo gli ospiti hanno consolidato il vantaggio. Nel terzo periodo, quando ci si aspettava un ritorno di fiamma dell'Armani, Brindisi ha aumentato i ritmi, volando sul + 17. Forte dell'ampio margine, negli ultimi 10 minuti, pur soffrendo, la Happy Casa ha saputo resistere ai tentativi di rimonta dell'Armani, conquistando, con indiscutibile merito, la terza vittoria consecutiva, dopo il brutto esordio contro Cantù.

021__MG_4686-2

Eccezionale la prova di Stone (26 punti, 4/11 da due, 6/8 da tre), grande protagonista di un'impresa storica sulla quale ci sono anche le firme di Brown (18 punti, 8/14 da due), Banks (17 punti, 3/6 da due, 3/7 da tre) e Thompson (12 punti, 3/5 da due, 1/2 da tre). 

La partita

Il primo quarto è dominato da Brindisi. Coach Messina inizia con Moraschini in marcatura su Banks, pensando di sfruttare la conoscenza dell'ex giocatore brindisino. Ma l’atleta americano fa il fenomeno e la squadra lo segue molto bene, costringendo il tecnico dell’Olimpia a cambiare marcatura sul funambolo biancazzurro ed utilizzare otto giocatori per recuperare e chiudere in parità (22-22) la frazione.

Ma anche nel secondo quarto Brindisi è padrona del campo. Sul 24-31 Messina getta nella mischia Scola e Books. Nonostante questi accorgimenti, la Happy Casa vola sul + 11, obbligando il coach avversario a chiedere un timeout per riorganizzare la sua difesa, mandata in crisi anche da un grande Stone. La New Basket, però, continua a martellare l’Armani, chiudendo il primo tempo a quota 53 punti, contro i 46 di Milano. 

Dopo l’intervallo lungo ci si aspetta un’Armani determinata a recuperare il gap, ma anche nel terzo periodo è Brindisi a dettare legge. Al 37’, Banks e Stone trascinano la New Basket sul massimo vantaggio di 17 punti (54-72). Ogni canestro della Happy Vasa viene accolto con un boato dai calorosissimi tifosi brindisini. Considerato il consistente divario, Brindisi opta per tiri costruiti, non avendo alcuna necessità di accelerare le conclusioni. Al suono della terza sirena, gli ospiti sono avanti di 13 (61-74). 
Nell’ultimo periodo, Messina tenta di arginare la Stella del Sud, adottando la difesa a zona. 

Nell’ultimo quarto, cambia il volto della partita. A partire dal 33’, trascinata da Rodriguez, l’Armani comincia ad accorciare (70-77 a 6.50 dalla fine). Al 35’, l’Olimpia commette un antisportivo. Bronw dalla lunetta fa due su due, riportando Brindisi sul + 9 (70-79), ma con due triple consecutive, l’Armani riapre i giochi, portandosi a un solo possesso da Brindisi (76-79). Al 37’, il vantaggio si assottiglia ulteriormente (81-82). A 16 secondi dal termine, un possesso divide le due squadre (87-90). A cinque secondi, Brindisi è avanti di uno (89-90), con possesso a favore. Con freddezza e lucidità, i biancazzurri difendono il vantaggio fino alla sirena finale. 

Sull'onda dell'entusiasmo per questa straordinaria vittoria, martedì prossimo la New Basket esordirà in Champions League, in casa della squadra lituana del Neptunas Klaipeda. Domenica prossima si torna al PalaPentassuglia, per la sfida contro Pesaro. 

Foto Legabasket 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi da sogno: impresa storica a Milano, lezione di basket all'Armani

BrindisiReport è in caricamento