Incertezza Football Brindisi, altri giocatori pronti al trasloco

BRINDISI – Anche Adriano Fiore dovrebbe avere lasciato il Football Brindisi. Il giocatore, che era in scadenza di contratto, a quanto pare dovrebbe essersi accasato, o starebbe per farlo, con il Cosenza, squadra nella quale gioca il fratello Giuseppe. Era stato un suo desiderio già nel mesi scorsi, ma poi il Cosenza chiuse la porta e per qualche settimana anche il Brindisi lo tenne fuori squadra. In partenza dovrebbero essere anche il portiere Pinzan e l’attaccante Galetti, entrambi in scadenza di contratto, mentre l’altro attaccante Albadoro dovrebbe rientrare nel Bari per fine prestito. A questi va aggiunto Da Silva che ha chiesto e ottenuto la rescissione del contratto biennale che lo legava al Brindisi.

Massimo Ferrarese

BRINDISI – Anche Adriano Fiore dovrebbe avere lasciato il Football Brindisi. Il giocatore, che era in scadenza di contratto, a quanto pare dovrebbe essersi accasato, o starebbe per farlo, con il Cosenza, squadra nella quale gioca il fratello Giuseppe. Era stato un suo desiderio già nel mesi scorsi, ma poi il Cosenza chiuse la porta e per qualche settimana anche il Brindisi lo tenne fuori squadra. In partenza dovrebbero essere anche il portiere Pinzan e l’attaccante Galetti, entrambi in scadenza di contratto, mentre l’altro attaccante Albadoro dovrebbe rientrare nel Bari per fine prestito. A questi va aggiunto Da Silva che ha chiesto e ottenuto la rescissione del contratto biennale che lo legava al Brindisi.

E’ chiaro che in una situazione di incertezza come quella che sta vivendo il Football Brindisi i giocatori che hanno richieste si accasano immediatamente. Sul fronte societario, comunque, il primo scoglio è stato superato. Era quello dell’iscrizione che i fratelli Barretta hanno provveduto a fare. Resta il passaggio di mano della società dato che gli attuali proprietari non hanno intenzione di continuare. Ufficialmente non si è ancora fatto avanti, ma il nome di Luigi Blasi, imprenditore di Manduria, ex presidente del Taranto, si fa sempre con più insistenza. Anzi lo stesso Blasi, tramite il consigliere regionale dell’Udc Euprepio Curto, ha fatto sapere di essere interessato a subentrare ai fratelli Barretta. Che Blasi, dopo avere lasciato il Taranto, volesse rientrare nel calcio, lo si sapeva da tempo. Si era interessato alle sorti del Foggia e di altre società pugliesi.

Tempo addietro aveva tentato anche la scalata al Modena. Ora per lui potrebbe essere l’occasione buona perché i Barretta sono decisi a uscire dal calcio dopo sei anni di guida del Brindisi, preso dal fallimento e portato in Seconda divisione a suon di milioni (si dice che ne abbiamo spesi ben otto in questi anni), hanno deciso di lasciare. Una decisione irrevocabile. “Entro luglio o arriva qualcuno a rilevare la squadra o ritiriamo l’iscrizione”, hanno detto al sindaco Domenico Mennitti. E all’improvviso è comparso sulla scena l’imprenditore Blasi. “Accetto – ha fatto sapere tramite Curto – a patto che non ci sia ostilità dei tifosi e non ci sia disinteresse delle istituzioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo ieri. Oggi, addirittura, sul un sito di Taranto si fanno anche i nomi di giocatori che Blasi avrebbe intenzione di portare a Brindisi. Nomi importanti come Innocenti, Coppola, Mezavilla e Carretta.  I tifosi, dal canto loro, hanno accolto bene la notizia di Blasi. Ma sono sempre preoccupati di fronte all’indifferenza delle istituzioni. Hanno chiesto un incontro al presidente della Provincia Massimo Ferrarese, che riceverà una loro delegazione questo pomeriggio alle 17.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • San Vito dei Normanni. Carabiniere fuori servizio blocca corsa clandestina, due giovani denunciati

Torna su
BrindisiReport è in caricamento