rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Sport Fasano

Interregionale, sconfitte Ostuni e Francavilla. Ok il Fasano in Eccellenza

BRINDISI - Esordio no per Francavilla e Ostuni, le due squadre del Brindisino impegnate nel campionato Interregionale dilettanti, sconfitte rispettivamente a Pomigliano per 2 gol a zero e in casa dal Casarano per un gol a zero. Bene, invece, il Fasano nella prima partita del campionato di Eccellenza pugliese: ha battuto per tre gol a zero il Manfredonia.

BRINDISI - Esordio no per Francavilla e Ostuni, le due squadre del Brindisino impegnate nel campionato Interregionale dilettanti, sconfitte rispettivamente a Pomigliano per 2 gol a zero e in casa dal Casarano per un gol a zero. Bene, invece, il Fasano nella prima partita del campionato di Eccellenza pugliese: ha battuto per tre gol a zero il Manfredonia.

FRANCAVILLA CALCIO - Ancora troppo evanescente la squadra affidata a mister Logarzo, nel primo tempo era già sotto di due gol. Ha avuto la fortuna di giocare l'intero secondo tempo, più qualche spicciolo del primo in supremazia numerica per l'espulsione al 43' di Ciotti (gomitata a Schirinzi), ma è stato in grado di sfruttarla. D'altro canto era prevedibile. Il Francavilla lo scorso campionato è retrocesso in Eccellenza.

Incerta la sua partecipazione al campionato di Eccellenza (il presidente Mino Distante aveva chiesto aiuto economico a imprenditori e amministrazione comunale senza ottenerlo), è stato poi ripescato in Interregionale a seguito del terremoto provocato dalle ventuno esclusioni dal campionato di B (una) e di Prima e Seconda divisione (venti squadre) e si è ritrovato a dover allestire l'organico in fretta e furia.

Ovviamente la speranza è che l'allenatore Logarzo possa al più presto quadrare la squadra, rafforzando la difesa, apparso il reparto più debole dell'intero organico. A Pomigliano l'allenatore ha mandato in campo Giudice, Avantaggiato (dal 1' del st Gargiulo), Schirinzi, Deicco, Piccirillo, Colluto, Napolitano (dal 37' del pt Russo), Digno, Leggero, D'Elia (dal 16' del st Langiotti), Piovan. Domenica il Francavilla riceverà il Sant'Antonio Abate. Una gara abbordabile perché al momento il Sant'Antonio non è lo squadrone dello scorso campionato. Ieri i campani sono stati sconfitti in casa per 3-1 dalla Fortis Murgia.

OSTUNI - Il peggio sembra passato. Sino a metà della scorsa settimana era persino in forse la presenza della squadra nel derby casalingo contro il Casarano. Poi, grazie alla mediazione del sindaco Domenico Tanzarella, è arrivato il brindisino Laurino Rubino, grande appassionato che si può dire che viva da sempre nel calcio, che ha rimesso assieme i cocci, salvando la baracca.

L'Ostuni non ha demeritato. Da tenere presente che la squadra è stata messa assieme in pochi giorni ed affidata a Vittorio Insanguine, ex calciatore alla sua prima esperienza da tecnico, ed a Maurizio Protopapa. Ed aveva di fronte il Casarano, allestito per vincere il campionato.

Giusto per dare un'idea del peso della squadra salentina, basti ricordare che nelle sue fila gioca un certo William Barbosa Da Silva, con trascorsi anche in serie B e lo scorso campionato in Seconda divisione con il Brindisi. I tecnici dell'Ostuni si sono affidati a De Pascale, Scorcia, Coltella, Milzi, Carbone, Gagliano, Francioso (dal 3' del st Lonoce), Manuele Miccoli (dal 2' del st Quartulli), Parisi (dal 16' del st Camassa), Amonio, Matteo Miccoli.

I padroni di casa sono andati sotto di un gol al 27' del primo tempo. Ma chi si aspettava una goleada è rimasto deluso. I ragazzi dell'Ostuni hanno lottato su ogni pallone, corrono, e cercano di organizzare, soprattutto negli ultimi minuti, l'azione che possa portare al pareggio. Domenica l'Ostuni andrà a giocare a Battipaglia.

FASANO - Esordio con il botto per il Fasano affidato all'allenatore Amedeo Savoni, contro il Manfredonia, ripescato in Eccellenza (lo scorso campionato in Seconda divisione), allenato da Karel Zeman, figlio di Zednek, attuale tecnico del Foggia. C'è da dire che il Fasano era in formazione rimaneggiata. Ma nonostante questo ha strapazzato gli avversari passando in vantaggio al 7' del primo tempo con Ragno, raddoppiando al 41' della ripresa con Pinguin e siglando il terzo gol, sempre con Ragno, quattro minuti dopo.

Grande entusiasmo dei 1.300 spettatori che ora ricominciano a sorridere dopo i momenti bui trascorsi in estate, quando il il presidente-sindaco Lello Di Bari aveva deciso di chiudere con il calcio. Sembrava che il calcio fasanese dovesse sparire. Poi sono arrivati i fratelli Tommaso e Francesco Carboni, imprenditori di Trani, e la crisi è stata risolta.

Contro il Manfredonia è scesa in campo la squadra composta da Moschetto, Asselti, Quercia, Frascolla, Ciardi, Previdero, Ragno, Savoni (dal 33' del pt Guacci), Piguin, Volturno, Sarnelli (dal 33' del st Aloisio). Domenica il Fasano va a giocare nella vicina Castellana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interregionale, sconfitte Ostuni e Francavilla. Ok il Fasano in Eccellenza

BrindisiReport è in caricamento