Sport

L'antica arte dei samurai riaffiora a Brindisi grazie alla Metropolitan Karate

Presso il Dojo dell’Asd Metropolitan karate Brindisi,(dei maestri Danilo Spagnolo e Zonno Francesco), si è concluso con la consegna degli attestati di partecipazione, l’ultimo dei seminari del primo ciclo  dedicato alla scherma tradizionale giapponese, nella fattispecie allo studio della Sekiguchi Ryu Battojutsu.

BRINDISI - Presso il Dojo dell’Asd Metropolitan karate Brindisi,(dei maestri Danilo Spagnolo e Zonno Francesco), si è concluso con la consegna degli attestati di partecipazione, l’ultimo dei seminari del primo ciclo  dedicato alla scherma tradizionale giapponese, nella fattispecie allo studio della Sekiguchi Ryu Battojutsu.

L’avvio allo studio e pratica sulle “Arti Samurai”,e la formazione di un gruppo fortemente motivato ad intraprendere questo percorso,è stato  voluto e realizzato dal Maestro Danilo Spagnolo.

Il Sekiguchi Ryu Battojutsu è una scuola che vanta circa 450 anni di storia.nata nell’era Sengoku, è guidata dal 17° Shike(caposcuola) M°Toshiyasu Yamada. La sezione italiana è diretta da Maurizio Colonna (Menkyo Chuden) in qualità di responsabile ufficiale nazionale,nonché direttore del gruppo di pratica di Bari (Ikazuchi Dojo)

Il maestro Colonna che ha seguito il gruppo spiega:“Il Battojutsu (Arte dello Sguainare) è un metodo fondato sullo studio ed il lavoro applicativo finalizzato all'analisi integrale delle fasi del combattimento con la Katana (la spada giapponese) inguainata e pronta all'impiego, definibile come IMG-20150502-WA0007-2"scherma d'estrazione".

L'addestramento enfatizza l'esecuzione di tre movimenti fondamentali: estrarre rapidamente e correttamente la spada, colpire e riporre la spada nel fodero. Il risultato è l'acquisizione di una reale abilità di maneggio e taglio con la spada giapponese, non solo per fini estetici o dimostrativi.
I benefici dell'allenamento (Keiko) in questa disciplina sono tanti e non limitati all'abilità "fisica". Tra questi emergono sicuramente il miglioramento della reattività psicofisica, della postura e della respirazione, inducendo uno stato di “attenzione rilassata” che allevia eventuali stati d'ansia e contrasta le condizioni di stress.”

Il Maestro Spagnolo Danilo aggiunge: “Pratico e insegno arti marziali giapponesi (karate e Jujutsu), ma il desiderio di apprendere anche l’uso della katana era un dei miei obiettivi. Inizialmente era un percorso che avevo intrapreso da solo,ma poi ho voluto coinvolgere altri praticanti di diverse discipline marziali, che come me ,serbavano in cuor loro questo sogno”.

“Grazie alla disponibilità del M° Colonna ho potuto convogliare nel mio dojo i vari praticanti della provincia di Brindisi e Lecce,dando vita e istituendo il primo gruppo di pratica della Sekiguchi Ryu  Battojutsu Br/le. Da settembre oltre ai vari corsi di karate e jujitsu,nel dojo della Asd Metropolitan karate,avvieremo dei nuovi cicli dedicati alla scherma tradizionale giapponese”.

IMG-20150719-WA0003-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'antica arte dei samurai riaffiora a Brindisi grazie alla Metropolitan Karate

BrindisiReport è in caricamento