Sport

L'Enel Basket in prima linea nella campagna contro il bullismo

Accogliendo l'invito di Paride Margheriti, coordinatore dell'associazione Antiracket-Antimafia, la società darà vita a una serie di originali iniziative con i ragazzi di 'Party Rock Salento'

BRINDISI - L'Enel Basket Brindisi, sempre attenta alle iniziative sul territorio e promotrice di numerose attività nell'ambito sociale, è ancora una volta in prima linea per una campagna sociale contro una dinamica che vede protagonisti i più giovani, il bullismo.

Accogliendo l'invito di Paride Margheriti, coordinatore dell'associazione Antiracket-Antimafia, la società darà vita a una serie di originali iniziative con i ragazzi di 'Party Rock Salento', come testimoniato dalla 'simpatica' foto celebrativa che ritrae i giocatori biancoazzurri insieme ai personaggi del gruppo salentino.

Questo il messaggio lanciato da Paride Margheriti: “Solo la condivisione e il dialogo anche in ambito sportivo, possono essere lo strumento per combattere il bullismo in tutte le sue sfaccettature e manifestazioni. L’idea di promuovere la campagna contro il bullismo nasce dopo la pubblicazione di un video del Party Rock Salento, che tratta del tema del bullismo. Con la collaborazione di Giampaolo Catalano Morelli, regista e protagonista oltre che ideatore degli esilaranti video di Party Rock Salento, si sta cercando, anche sorridendo, di aiutare i bambini ed i ragazzi a vincere le loro paure e a schierarsi da parte dei compagni più fragili. Per rendere il messaggio ancora più incisivo abbiamo pensato che l’Enel Basket Brindisi, fiore all’occhiello dello sport pugliese ma anche nazionale, fosse il veicolo giusto e fortemente coinvolgente, da qui la proposta avanzata alla società cestistica di unirsi a noi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel Basket in prima linea nella campagna contro il bullismo

BrindisiReport è in caricamento