Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

L'Enel batte Reggio Emilia 87-81 e sfata il tabù Euro Cup, con Banks e Harris superstar

L'Enel Brindisi esce dall'incubo EuroCup e conquista la sua prima vittoria di coppa, battendo la Grissin Bon Reggio Emilia 87-81. Per Bucchi e i suoi ragazzi una partita perfetta, eccezion fatta per i primi deprimenti 10 minuti. Poi i padroni di casa hanno mostrato il loro volto migliore: difesa intensissima, attacco preciso, altissime percentuali realizzative

BRINDISI - L'Enel Brindisi esce dall'incubo EuroCup e conquista la sua prima vittoria di coppa, battendo la Grissin Bon Reggio Emilia 87-81. Per Bucchi e i suoi ragazzi una partita perfetta, eccezion fatta per i primi deprimenti 10 minuti. Poi i padroni di casa hanno mostrato il loro volto migliore: difesa intensissima, attacco preciso, altissime percentuali realizzative. Bucchi ha alternato bene sia i pochi uomini a disposizione (ancora assenti Reynolds e Cournooh) che le difese, passando dalla uomo alla zona e poi ancora alla uomo, mettendo così in difficoltà Kaukenas e compagni.

Tra i brindisini, su tutti, Banks (25 punti) e Harris (18), autori di una partita perfetta con percentuali al tiro clamorose. Ma a dare la scossa sono stati Minuto di silenzio per le vitti e di Parigi-2nel secondo quarto Marco Cardillo e Andrea Zerini. Bene anche Gagic e Kadji (seppure non al massimo). L'unica nota stonata arriva da Milosevic, ancora inesistente. Ma è la sera della festa.

LA CRONACA DELLA PARTITA
La Grissin Bon parte subito in quarta, con la difesa aggressiva di Gentile su Marzaioli e con Della Valle che tiene ritmi altissimi in attacco. Gli ospiti infliggono subito ai padroni di casa un parziale di 11-2 in poco più di quattro minuti. Brindisi è ben poca cosa e resta in scia solo grazie ad un paio di canestri di Banks, che permettono di chiudere la prima frazione di gioco sul 20-11 (a destra, il minuto di silenzio per le vittime di Parigi).

L'Enel si sveglia nei primi due minuti del secondo quarto, e a darle la carica sono Andrea Zerini, con la solita super-difesa, e Marco Cardillo, che appena entrato infila una tripla, prende due rimbalzi e regala un assist proprio al capitano. Brindisi arriva al -2 (19-21) e il Pala Pentassuglia alza il volume, dando la carica anche a Kadji e Harris. Bucchi si gioca il jolly e manda in campo un quintetto con tre lunghi (Gagic, Zerini e Kadji) proprio foto 3-5-8mentre Menetti tiene sul parquet un solo lungo (Polonara). È una mossa che funziona, e consente all'Enel di tornare negli spogliatoi con il minimo scarto (40-41).

È Banks a siglare il sorpasso biancazzurro in apertura di terzo periodo. Brindisi tocca il +4, poi subisce la reazione veemente della Grissin Bon, con Della Valle che gioca da leader e mette dentro due triple pesantissime che ribaltano il risultato (47-51). La partita diventa bellissima, con le due squadre che si inseguono punto a punto e si sorpassano a ripetizione. Banks e Harris fanno la parte del leone, ma dall'altra parte ci sono Polonara e Amadori. Allo scadere del trentesimo minuto è parità assoluta: 63-63.

Reggio cala di intensità mentre Banks e Harris continuano a fare i fenomeni. Sul 69-67 Bucchi si gioca un secondo jolly: ordina la zona dispari e gli ospiti steccano subito due attacchi, tanto che Menetti è costretto subito a richiamare all'ordine i suoi. Reggio Emilia resta incollata grazie a qualche tiro dal perimetro. L'Enel però oggi non cede, la difesa rimane arcigna e in attacco si sbaglia pochissimo, soprattutto ai liberi. Se poi segnano anche Scott e Gagic, allora la prima vittoria di EuroCup è assicurata. (Le foto sono di Vito Massagli)

Lo striscione in memoria delle vittime di Parigi-2 La Curva del Palapentassuglia-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel batte Reggio Emilia 87-81 e sfata il tabù Euro Cup, con Banks e Harris superstar

BrindisiReport è in caricamento