rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Sport

L’Enel Brindisi già promossa perde a Scafati 72 a 59

SCAFATI – PalaMangano, via della Gloria. Posto migliore per festeggiare all’Enel che torna in A1 dopo 28 anni, non poteva capitare. Gloria ed onori tributati a tutti i giocatori e lo staff dai più di milla tifosi presenti a Scafati. Sulle tribune del Palasport colpo d’occhio biancazzurro. Cori che inneggiano al risultato conseguito, ad ogni persona che ha reso possibile il sogno.

SCAFATI - PalaMangano, via della Gloria. Posto migliore per festeggiare all'Enel che torna in A1 dopo 28 anni, non poteva capitare. Gloria ed onori tributati a tutti i giocatori e lo staff dai più di milla tifosi presenti a Scafati. Sulle tribune del Palasport colpo d'occhio biancazzurro. Cori che inneggiano al risultato conseguito, ad ogni persona che ha reso possibile il sogno. La sensazione è un brivido che corre per tutto il corpo, l'emozione è forte e ti entra nell'anima. La presentazione è un'ovazione, sugli spalti uno striscione "Riprendiamoci la nostra storiA". E sta per cominciare una delle ultime tre partite dell'Enel.

Sul campo due squadre con due obiettivi diversi: Scafati ha bisogno dei punti per i play off; Brindisi conseguito il risultato, deve trovare le giuste motivazioni per onorare la partita. Incontro difficile da commentare: fin dall'inizio i campani hanno dato l'idea di volere il risultato. Goss e Chiagig fanno capire subito che il risultato deve essere in loro favore. I primi due quarti vedono comunque Brindisi che cerca di mettere il massimo impegno e concentrazione nonostante festeggiamenti all'acquisito risultato. Maresca, Bryan e Crispin cercano di trascinare i propri compagni, ma riuscire a contrastare uno Scafati che non ha timore reverenziale non è facile.

Dalla sua Perdichizzi ruota i giocatori, cambia le difese per stimolare i suoi uomini a trovare la giusta concentrazione. I brindisini pur non riuscendo a riprendere la partita cercano di mettere la professionalità di sempre. Ci provano anche gli arbitri a mettere pepe alla partita con decisioni un po' dubbie. Gli animi dei brindisini si scaldano tanto che a coach Perdichizzi viene sanzionato un tecnico: sembra che l'incontro possa diventare più avvincente ma ci pensano Goss e Apadaca con una serie di triple a prendere un vantaggio tale che fino alla fine li condurrà alla vittoria.

Finisce la partita 72 a 59 con i tifosi brindisini che invadono il campo e cercano di "rubare" magliette e pantaloncini ai giocatori. Perdichizzi viene portato in trionfo.

TABELLINO

Scafati

Falli: 18-18 Tiri da 2: 17-39 Tiri da 3: 8-18

Brindisi

Falli: 19-18 Tiri da 2: 15-28 Tiri da 3: 6-26

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Enel Brindisi già promossa perde a Scafati 72 a 59

BrindisiReport è in caricamento