Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport

L'Enel lancia l'operazione simpatia: domenica l'abbraccio col pubblico

E' prevalso il buon senso. Enel Brindisi- Matera si giocherà a porte aperte. Con un comunicato stampa di poche righe, infatti, la società brindisina ha annunciato che aprirà le porte del PalaPentassuglia invitando il popolo bianco blu alla partita amichevole fra Enel Brindisi e Matera, con una decisione maturata per volontà del presidente Nando Marino

BRINDISI - E’ prevalso il buon senso. Enel Brindisi- Matera si giocherà a porte aperte. Con un comunicato stampa di poche righe, infatti, la società brindisina ha annunciato che aprirà le porte del PalaPentassuglia invitando il popolo bianco blu alla partita amichevole fra Enel Brindisi e Matera, con una decisione maturata per volontà del presidente Nando Marino, con il consenso di coach Piero Bucchi e l’intervento propositivo dell’avvocato Roberto Mazzara in qualità di presidente dell’associazione “Brindisi vola a canestro”.

Ed è così che la New Basket Brindisi potrebbe aver dato finalmente inizio a quell’ ”operazione simpatia” di cui da tempo si avverte la necessità, dopo aver sfiorato la più impopolare e deprecabile decisione di sbattere le porte in faccia al popolo bianco blu alla prima uscita ufficiale della squadra, con la  scelta iniziale di far disputare a “porte chiuse” la partita con il Matera in programma domenica 30 agosto(ore 17,30).

Una decisione auspicata e positiva che farà certamente piacere agli appassionati tifosi brindisini e che rappresenta anche un segnale positivo della  società verso una tifoseria che merita il massimo apprezzamento. Questa decisione ripropone il giusto equilibrio fra il grande rispetto verso la New Basket Brindisi, il suo presidente Nando Marino e gli altri soci, per la determinazione e la intraprendenza con cui si continua a far crescere la stima e la considerazione del basket brindisino a livello nazionale  ed ora anche europeo, e la legittima considerazione che merita il pubblico brindisino, non solo perché rappresenta il prezioso e naturale “sponsor”, ma perché costituisce un patrimonio di passione e di entusiasmo che va tutelato e conservato, e che merita certamente di essere emotivamente coinvolto nel rapporto con la squadra e la stessa società.

“Porte aperte al PalaPentassuglia” , quindi , e via alla kermesse di domenica prossima per “dare il benvenuto nella nostra città ai giocatori del nuovo roster” ed alla fine autografi e foto ricordo per tutti e selfie a volontà per immortalare  una speciale giornata di basket.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel lancia l'operazione simpatia: domenica l'abbraccio col pubblico

BrindisiReport è in caricamento