Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

L’Enel ospita Milano capolista. È già clima play-off e tutto esaurito

Non poteva esserci finale di stagione migliore per preparare i ragazzi di Bucchi ai play-off: domenica arriva al Pala Pentassuglia la capolista Milano, e poi ci sarà la chiusura di regular season a Reggio Emilia, contro quella Grissin Bon che potrebbe essere l'avversaria dell'Enel nel primo turno della fase finale del campionato di Serie A Beko

BRINDISI - Non poteva esserci finale di stagione migliore per preparare i ragazzi di Bucchi ai play-off: domenica arriva al Pala Pentassuglia la capolista Milano, e poi ci sarà la chiusura di regular season a Reggio Emilia, contro quella Grissin Bon che potrebbe essere l’avversaria dell’Enel nel primo turno della fase finale del campionato di Serie A Beko.

A Brindisi domani arriva una Emporio Armani che in settimana ha definito l’acquisto del play congolese di cittadinanza belga Jonathan Tabu, proveniente dall’Alba Berlino e già visto a Cantù e Cremona. Per lui quest’anno pochi minuti di gioco a causa di un infortunio: non sarà certo il giocatore decisivo per coach Banchi, ma sarà utile nelle rotazioni.

Le statistiche non sono dalla parte dei padroni di casa: Brindisi ha sempre perso alla ventinovesima giornata e negli scontri diretti Milano conduce 17-2 (7-2 al Pala Pentassuglia). Quest’anno Brindisi e Milano si sono già affrontate tre volte (semifinale di SuperCoppa, semifinale di Coppa Italia e andata di campionato) e gli uomini di Banchi hanno sempre vinto.

Coach Bucchi festeggia le 600 partite in serie A (339 vinte), che lo mettono all’undicesimo posto della classifica assoluta. Sarebbe il caso di festeggiare, regalando all’Armani la terza sconfitta consecutiva in trasferta, dopo quelle di Caserta e Capo d’Orlando.

Proprio sul nome di Bucchi intanto si moltiplicano le voci di mercato: in settimana la Gazzetta dello Sport ha fatto il suo nome per la panchina di Un giocatore dell'Armani Jeans passeggia in corso Umberto-2Avellino. Altre voci invece darebbero il coach bolognese già a Venezia (Charlie Recalcati vorrebbe dire addio al basket, ma secondo qualcun altro potrebbe finire a Milano). Bucchi ha ancora un anno di contratto con la New Basket ed ovviamente, da persona seria quale egli è, non dirà mai una parola sul suo prossimo futuro. Le parole rilasciate in settimana dal coach potrebbero essere interpretate in diversi modi: il bilancio finale di una esperienza, una frecciata a quanti nei mesi scorsi lo hanno criticato, ma anche una dichiarazione di disponibilità a proseguire il cammino insieme (nella foto a destra, Daniel Hackett passeggia in corso Umberto).

"Brindisi è ancora una volta ai play-off: ennesimo obiettivo stagionale raggiunto dopo la partecipazione alla Final Eight e all’ottima figura fatta in EuroChallenge. Forse qualcuno dava per scontato tutto ciò ma non è corretto tale modo di pensare: basta volgere lo sguardo a squadre che hanno speso più di noi ma sono fuori dalla seconda fase del campionato. Sono passati quattro anni da quando ho messo piede a Brindisi e credo di aver mantenuto la promessa prima di ritornare in A, poi di restarci e, ancora, di raggiungere i piani alti della pallacanestro nazionale".

"In questo percorso si sono ottenuti risultati di rilievo che rappresentano una solida base, un blocco stabile e proteso alla continuità per migliorarsi ancora. In più, Brindisi ha cambiato molto, anno dopo anno, eppure si è fatto sempre un passo in avanti in più: non è stato facile ed è il frutto di tanto lavoro. Motivo di grande soddisfazione, quindi. Con Milano sarà la mia presenza su una panchina di A numero 600 e sono contento e soddisfatto che una buona parte sia legata a Brindisi. In me è sempre vivo l’ardore, la passione per questo lavoro e che mi spinge, in particolare, a far sempre di più per questa squadra, per questa società, per questa città".

A prescindere da come andrà a finire, sarà bene ricordare che con Bucchi in panchina, e Giuliani e Marino al suo fianco, il basket brindisino ha raggiunto i risultati più importanti della sua storia.

Ora però c’è da pensare a Milano. Al Pala Pentassuglia domani sarà ovviamente tutto esaurito. Palla a due alle ore 20.30, con diretta radiofonica su CiccioRiccio e differita su GazzettaTv e Gazzetta.it alle 22.25.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Enel ospita Milano capolista. È già clima play-off e tutto esaurito

BrindisiReport è in caricamento