L'Ostuni porta a casa il derby: il Brindisi, in 10 per più di un'ora, perde la vetta

Prima sconfitta per i biancazzurri, sconfitti per 3-1 in casa dell'Ostuni. I gialloblù balzano al secondo posto, a due punti dal Mesagne

OSTUNI – Il Brindisi perde imbattibilità e primato. L’Ostuni balza al secondo posto, a quota 10 punti, a due lunghezze dalla capolista Mesagne. Questo è il responso de derby fra i biancazzurri di mister Rufini e i gialloblù allenati da Antonio Ciraci che è andato in scena oggi al comunale della Città Bianca, in un match valevole per la quarta giornata del campionato di Promozione.

I padroni di casa si sono imposti per 3-1. Gli ospiti hanno giocato per oltre un’ora in 10, a seguito dell’espulsione al 16’ del centrocampista Iaia, beccatosi un cartellino rosso dopo aver commesso un fallo a centrocampo.

Alla mezz’ora del primo tempo, l’Ostuni è passato in vantaggio con Petruzzella. La reazione del Brindisi è stata immediata. Al 36’, il bomber Scarcella si è presentato dagli 11 metri, ristabilendo il risultato di parità. Nonostante l’inferiorità numerica, gli ospiti, seguiti da alcune decine di tifosi giunti da Brindisi, hanno tentato di fare il loro gioco. Ma nella ripresa l’Ostuni ha preso il sopravvento.

Il gol del 2-1 è stato realizzato da Danese al 28’. Poi Gennari, su calcio di rigore, ha chiuso la contesa, siglando la rete del 3-1. Prima battuta d’arresto, dunque, per il Brindisi, che domenica prossima ospiterà il Talsano. Trasferta a Maglie, invece, per l’Ostuni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento