menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gigi Santini e Valentina Siccardi

Gigi Santini e Valentina Siccardi

La Futura regala la partita nel finale

SALERNO - Si ferma clamorosamente e perde solo alla fine l'ultima partita del girone di andata di questo campionato in fase poule retrocessione. La squadra di patron Giuseppe Barretta cede in trasferta alla Cerpedil Salerno 92 la vittoria per 67-64.

SALERNO - Si ferma clamorosamente e perde solo alla fine l'ultima partita del girone di andata di questo campionato in fase poule retrocessione. La squadra di patron Giuseppe Barretta cede in trasferta alla Cerpedil Salerno 92 la vittoria per 67-64.

Nel primo quarto, sin dal 1' la Futura traccia subito una striscia di canestri positivi imponendosi in maniera chiara e veloce sulle padrone di casa. Le brindisine sono sempre in vantaggio: il tabellone, infatti, segna 4-7 al 2'; 14-17 al 6', fino a quando al 10' la forbice di punteggio é sempre più larga e il tempino viene intascato in scioltezza per 18-25.

La situazione nel secondo quarto non cambia, di diverso c'è solo il punteggio che continua ad aumentare in favore della compagine biancoazzurra che attacca, segna con costanza, ma allo stesso tempo riesce a tenere sotto controllo le avversarie con un'azione di gioco difensiva abbastanza precisa.

Dal canto suo, la Carpedil Salerno 92 si avvicina, ma sempre di poco, dimostrando insicurezza di gioco e consentendo contemporaneamente alle ragazze di coach Santini di prevalere anche e più volte con 10 punti di distanza, a tal punto da intascare al 20' la frazione della gara per 32-42.

La pausa lunga negli spogliatoi ricarica le brindisine che tornano in campo sempre più assetate di vittoria. Proseguono veloci e decise, incrementando ancora il loro vantaggio. Una monumentale Valentina Siccardi (ala guardia biancoazzurra, ndr) appoggiata perfettamente da buone prestazioni di Valentina Gatti, Viola Diodati e Marzia Tagliamento continua a tenere il controllo del match, consentendo alla Futura di intascare anche il terzo tempino per 43-55.

Ultimo quarto, quello decisivo. Sono ancora in vantaggio le brindisine, ma questa volta non riescono ad incrementarlo. In maniera clamorosa abbassano la guardia, consentendo al Salerno di avvicinarsi e sottovalutando probabilmente la situazione al 35' si assentano dal campo. Pazzesco, ma vero, i canestri e i punti aumentano per le padrone di casa, si gioca punto a punto, fino a quando questo match dominato sempre, minuto per minuto, dalla Futura finisce nelle tasche delle campane che incredibilmente e ormai senza speranze, realizzano una grande impresa e chiudono la partita per 67- 64.

Una sconfitta, forse tra le più amare di questo campionato: per quanto l'imponderabile nello sport debba essere sempre messo in conto, non ci si abitua mai a perdere, soprattutto in questo caso considerato che la compagine biancoazzurra é stata protagonista assoluta durante quasi tutta la gara, a parte gli ultimi minuti.

Nonostante l'assenza di Nene Diene infortunata la scorsa settimana, di Laura Perseu (ex guardia brindisina, ndr) e di Linda Manzini trasferita a Ferrara la squadra aveva mostrato la sua solita grinta. Ma una partita persa così, sotto gli occhi, agli ultimi due minuti lascia pensare seriamente. Sarà venuta meno la concentrazione?

Potrebbe essere una spiegazione plausibile, pensando poi che un gruppo solido come quello della Futura, nel giro di pochi giorni, ha perso pezzi, giocatrici che fungevano da collante. La prossima settimana sarà riposo. Le brindisine avranno modo di digerire questa sconfitta per tornare cariche in campo, il 15 marzo, quando sul parquet del PalaPentassuglia sfideranno la Difensor Viterbo. (Le foto sono di Vito Massagli)

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento