menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Happy Casa si sbarazza anche di Trieste: ipoteca sul quarto posto

Dopo un primo tempo equilibrato, il roster di coach Vitucci prende il sopravvento nel terzo periodo, imponendosi per 85-77. A due giornate dalla fine della regular season, Brindisi è quarta, in solitaria

BRINDISI - Brindisi si aggiudica anche lo scontro diretto con l'Alma Trieste (85-77) e a due giornate dal termine della regular season, oltre a mettere in cassaforte la qualificazione ai playoff, mette una ipoteca anche sul quarto posto. Partita di gran carattere quella disputata dal roster biancazzurro contro la compagine allenata da Dalmasson, seguita da circa 50 tifosi, in un gremitissimo PalaPentassuglia.

Nel primo tempo ha regnato l'equilibrio. Nel terzo quarto Brindisi ha messo il naso davanti e non si è fatta più raggiungere, gestendo, nell'ultimo quarto, un vantaggio che si è attestato stabilmente intorno alle otto lunghezze. A sorprendere è stata la freschezza fisica mostrata dalla New Basket nei momenti chiave della gara, nonostante un organico ridotto all'osso dall'infortunio di Wojciechowski e dalla precarie condizioni fisice di Clark, impiegato solo per quattro minuti.

A giocare per due ci ha pensato un prodigioso Moraschini, protagonista di una delle migliori prove stagionali, con uno score di 30 punti (5/7 da due, 4/9 da tre). Come al solito ha fatto la differenza sotto le plance Brown, imprescindibile punto di riferimento offensivo (15 punti per l'americano, 7/15 da due). Di grande importanza, nei momenti caldi della contesa, sono stati gli spunti di Rush (11 punti, 1/3 da due, 3/3 da tre). E' ancora lontano dai suoi standard abituali di rendimento Banks, che ad ogni modo ha fattto il suo (11 punti, 3/5 da due, 3/9 da tre). 

Nel complesso anche oggi è emersa la forza granitica di una squadra che naviga spedita verso il post season. In caso di vittoria ad Avellino, fra sette giorni, la Happy Casa metterebbe al sicuro il quarto posto. Altrimenti l'obiettivo potrà essere raggiunto all'ultima giornata, quando a Brindisi arriverà Trento, sconfitta oggi a Bologna. 

Primo quarto

Brindisi parte con Banks, Brown, Gaffney, Moraschini, Chappell. Trieste risponde con Wright, Da Ros, Sanders, Knox, Dragic. 

Imprevedibile in attacco, Trieste approccia la gara con maggiore convinzione rispetto ai biancazzurri e fra il 4’ e il 6’, con un break, di 7-0, va sul + 8 (4-11). Vitucci chiama un time out per rompere l’inerzia sfavorevole. I risultati si vedono subito, perché, con un micidiale contro-break di 10-0, la Happy Casa sorpassa l’Alma. Galvanizzata dalla rimonta, la New Basket regala momenti di spettacolo, con un alley oop sull’asse Clark Rush che all’8' sposta il punteggio sul 16-13. Alla fine del quarto, Brindisi mantiene due punti di vantaggio (18-16). 

Secondo quarto

In avvio di secondo quarto Brindisi continua a imporre il suo gioco, mentre l’attacco di Trieste resta a secco per due minuti. Al 13’, la Happy Casa è avanti di cinque (24-19). Al 16’, dopo un avvicinamento del roster friulano, Brindisi va sul + 6 con una tripla di Moraschini. Ma in un match senza un attimo di respiro, l’Alma risponde prontamente a ogni allungo degli avversari. Con un Dragic e un Da Ros in gran spolvero, la squadra di Dalmasson torna avanti al 20’ (34-37). Allo scadere del tempo, Clark si fa vedere con la tripla del pareggio (37-37). 

Happy Casa Brindisi-Trieste: le foto

Terzo quarto

La partita scorre sui binari dell'equilibrio in avvio di terzo periodo. Da una parte e dall'altra, si vive di transizioni. Moraschini è il perno delle iniziative offensive della Happy Casa. Non è da meno Brown, fondamentale sotto le plance. Una giocata da tre del lungo americano, al 26', fissa il punteggio sul 49-47. Lampi di classe anche da parte di Rush, che al 27' mette a segno la tripla del +5 (52-47). Il solito Moraschini, al 28', fa volare Brindisi sul + 8 (59-51). In ombra Banks, che continua sulla falsa riga delle ultime prestazioni, non proprio all'altezza della sua fama. Alla fine del parziale, Brindisi, grazie a un antisportivo fischiato a Fernandez, allunga sul + 10 (53-63).

Ultimo quarto

Brindisi continua a giocare a ritmi alti anche nelle prime battute dell'ultimo periodo, ma una Trieste mai doma rosicchia punti su punti, riducendo il passivo a cinque lunghezze (65-60 al 34'). Favorita da qualche battuta d'arresto offensiva di troppo dei padroni di casa,l'Alma al 36' si porta a un solo possesso (67-65). Ma la Happy Casa ha dalla sua un super Morascini, che al 38' si inventa due tiri impossibili, di cui il secondo dalla grande distanza, restituendo ossigeno alla Stella del Sud (76-78). 

A un minuto dalla fine, una realizzazione dal pitturato di Brown mantiene invariato il divario (80-72). A 42 secondi dalla fine, Tadic commente un fallo tecnico e finisce definitivamente in panchina, trattandosi del suo quinto fallo personale. A 11 secondi dalla fine, Brindisi è ancora avanti di otto (85-77). Trieste non può più nulla. Brindisi conquista due punti di importanza straordinaria. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento