menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Flavia Pennetta

Flavia Pennetta

La mancina ceca liquida in due set una Pennetta sotto tono

ROMA – Incredibile. Flavia Pennetta eliminata in un’ora e quattro minuti dalla ceca Lucie Safarova: 6/1 6/2 il risultato di questo match senza storia con una Flavia Pennetta decisamente sotto tono, costretta a uscire sommessamente dagli Internazionali Bnl di Roma. La ceca era scatenata. Non ha dato tregua alla brindisina reduce dal successo nel doppio a Stoccarda.

ROMA - Incredibile. Flavia Pennetta eliminata in un'ora e quattro minuti dalla ceca Lucie Safarova: 6/1 6/2 il risultato di questo match senza storia con una Flavia Pennetta decisamente sotto tono, costretta a uscire sommessamente dagli Internazionali Bnl di Roma. La ceca era scatenata. Non ha dato tregua alla brindisina reduce dal successo nel doppio a Stoccarda.

La ceca ha chiuso il primo set con un secco 6/1. E nel secondo set la musica non è cambiata. Flavia aveva detto ieri che temeva il gioco della mancina. Ma non immaginava che sarebbe stato un rullo compressore. Non ha sbagliato nulla, la Safarova. Un gioco rischioso quello della ceca, ma ha avuto dalla sua anche un pizzico di fortuna. Nel secondo set Lucie Safarova è partita come un razzo portandosi sul 4/0.

Flavia Pennetta ha cercato di reagire arrampicandosi sul 4/2. Inutile. Non era giornata. Probabilmente ha influito la fatica accumulata nel torneo di Stoccarda dove ha giocato singolo e doppio. A Roma era arrivata domenica alle 22,30 ed era andata a letto all'1,30. Lucie Safarova ha infilato il 5/2 ed ha chiuso il match nel game successivo.

Flavia non è stata mai in partita. Ha cercato di reagire al gioco regolare della Safarova, ma non era lei, la campionessa dal diritto micidiale. I suoi colpi finivano fuori misura. In tutto il match ha infilato solo un ace nel sesto game del secondo set, quando stava sotto 4/1. Il pubblico l'ha incitata; ha rumoreggiato le secondo set contestando qualche decisione arbitrale. Ma nonostante un paio di probabili errori dell'arbitro, l'andamento del match era segnato.

Flavia faceva fatica, era sudatissima, mentre la sua avversaria, con gli occhi di ghiaccio, senza una goccia di sudore, continuava nella sua impressionante regolarità. Brava, non c'è che dire. Anche se potrebbe ripetere mille volte questa partita e non riuscirebbe a giocare con la stessa intensità e regolarità. Per la Pennetta questa ragazza ceca è diventata uno spauracchio. L'ha incontrata due volte (nel 2006 al Gold Coast e quest'anno a Parigi) e in entrambe le occasioni è stata sconfitta.

Oggi era la loro terza partita. Flavia non è riuscita a invertire la tendenza.

Nel complesso la giornata è stata negativa per le italiane. Sono andate fuori la Schiavone e la Vinci. Vanno avanti le sorelle Williams mentre la Safina, che sta recuperando lentamente il malanno alla schiena, è già uscita di scena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento