Sport

La tenuta psicologica dell'Enel Basket a Sassari buon viatico per l'Euro Cup

Ha sorpreso e meravigliato la semplicità cui l’Enel Basket Brindisi ha vinto in casa dei Campioni d’Italia della Dinamo Sassari (78-92), mostrando doti caratteriali, tecniche e tattiche degne di una grande squadra. Ma soprattutto la squadra di coach Piero Bucchi ha manifestato una tenuta mentale straordinaria

BRINDISI - Ha sorpreso e meravigliato la semplicità cui  l’Enel Basket Brindisi ha vinto in casa dei Campioni d’Italia  della Dinamo Sassari (78-92), mostrando doti caratteriali, tecniche e tattiche degne di una grande squadra. Ma soprattutto la squadra di coach Piero Bucchi ha manifestato una tenuta mentale straordinaria quando Sassari è riuscita ad annullare un -24 (37-61) e portarsi in parità sul 74-74 spinta dal caloroso pubblico del Serradimigni e da una serie straordinaria di 8 realizzazioni consecutive da 3 punti. Qualsiasi squadra si sarebbe disunita ed avrebbe lasciato spazio alla rimonta facile dei padroni casa , timore che ha preso i tifosi brindisini davanti alla TV ricordando altre occasioni simili dell’Enel Brindisi.

E’ stata questa la vera forza della squadra, aver saputo reagire con carattere e determinazione ad un tempo critico (il terzo finito 35-21!) che avrebbe ridotto le possibilità di riprendersi a qualsiasi formazione, evitando un crollo che spesso aveva invece caratterizzato partite dell’Enel Brindisi che avevano avuto identico andamento. In quel frangente si è vista una grande squadra! E si parla di meriti di squadra tanto che ci sono tre giocatori dell’Enel Basket Brindisi nella “top of the round” della graduatoria  dell’ultima giornata di campionato sul sito della Lega Basket dei punti, delle valutazioni, rimbalzi ed assist che riguarda i primi posti di Scottie Reynolds con i suoi 9 assist e di Kenneth Kadji con i 14 rimbalzi, ma anche con suoi 25 punti e 30 di valutazione, e di Duran Scott con 21 punti e 27 di valutazione, giusto a coronare una vittoria straordinaria ed una prestazione collettiva di grande considerazione.

E anche se non compaiono nelle speciali classifiche della giornata non c’è dubbio che hanno contribuito in maniera determinante al successo dell’Enel Brindisi Adrian Banks, David Cournooh giocatore sul quale coach Bucchi può fare pieno affidamento ed in fase di completa maturazione, per finire ad Andrea Zerini, il “capitano” che non avrà mai un grande scout personale ma la sua prestazione è sempre importante se non proprio decisiva. All’appello mancano ancora Nemanja Milosevic e Djodje Gagic, 9 punti e 7 rimbalzi in due, ben poca cosa se anche si considera che sono alla corte di coach Bucchi da tre mesi e non si intravedono ancora segnali di ripresa, tanto da costringere l’allenatore a trovare soluzioni alternative e chiedere sacrifici alla squadra ed ai singoli sotto le plance (Kadji e Zerini in particolare).

Schiacciata di Milosevic-2E’ evidente che dopo la prestazione di Reggio Emilia e la straordinaria vittoria di Sassari ci si debba chiedere quali obiettivi potrebbe porsi la squadra se avesse almeno un pivot di ruolo all’altezza dei compiti e quali altre soluzioni tattiche potrebbe disporre coach Bucchi con un pacchetto di lunghi affidabile, soprattutto considerato la qualità eccellente del gruppo delle “guardie”, da prime in classifica. Riesce difficile dopo tre mesi di preparazione, tre partite di campionato ed una di Eurocup parlare semplicemente di ritardo di preparazione o di adattamento, ma  è anche rischioso pensare che a lungo temine sia Gagic che Milosevic potrebbero dare alla squadra il contributo sperato, quando campionato ed EuroCup non possono certo attendere. E’ però  anche lecito auspicare una ripresa dei due giocatori e valutare le future condizioni fisiche e di forma per non richiedere ulteriori sacrifici economici alla società.

Intanto per la partita in programma mercoledì 21 si gioca al PalaPentassuglia con inizio alle 20.45 la seconda partita di Eurocup, contro Le Mans Sarthe, sconfitta in casa nella prima giornata da Herbalife Gran Canaria (74-79), il  responsabile dello staff sanitario dottore Giuseppe Palaia ha assicurato che le condizioni fisiche di Scottie Reynolds, infortunatosi a Sassari, non destano molte preoccupazione, la società in serata ha parlato di un trauma contusivo-distorsivo al ginocchio sinistro. Il giocatore potrebbe essere disponibile per la partita di EuroCup anche se spetterà a coach Bucchi la decisione definitiva. La formazione  Le Mans Sarthe di coach Erman Kunter,  nella partita contro Herbalife ha portato diversi giocatori in doppia cifra con Mckee 17 punti, Cornelie17 punti, Yarou 11 punti e Gelabale 13 punti e la squadra ha tirato complessivamente con il 46,7% da due e con il 47,4% da tre, catturando complessivamente 35 rimbalzi (18 offensivi e 17 difensivi).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tenuta psicologica dell'Enel Basket a Sassari buon viatico per l'Euro Cup

BrindisiReport è in caricamento