rotate-mobile
Sport

La Volley S.Vito si batte bene contro il Parma e perde solo a tie-break

S.VITO DEI NORMANNI - Partita al cardipalmo, una delle più ricche di ternsione agonistica giocate in questa stagione dalla Volley S.Vito. Ci sono voluti cinque set ed oltre due ore di gioco perché il Parma ne avesse ragione, e chissà come sarebbe andata se le padrone di casa non fossero state costrette a scendere in campo in formazione incompleta. Nella giornata del match contro le prime della classe, la formazione sanvitese infatti non si è presentata al meglio (out De Lellis e Fanelli) ma il resto della squadra, trascinata dalla sempre più prolifica Rachel Rourke (ben 37 punti personali per l’australiana) e sostenuta dall’incessante tifo del pubblico amico, ha venduto cara la pelle.

S.VITO DEI NORMANNI - Partita al cardipalmo, una delle più ricche di tensione agonistica giocate in questa stagione dalla Volley S.Vito. Ci sono voluti cinque set ed oltre due ore di gioco perché il Parma ne avesse ragione, e chissà come sarebbe andata se le padrone di casa non fossero state costrette a scendere in campo in formazione incompleta. Nella giornata del match contro le prime della classe, la formazione sanvitese infatti non si è presentata al meglio (out De Lellis e Fanelli) ma il resto della squadra, trascinata dalla sempre più prolifica Rachel Rourke (ben 37 punti personali per l'australiana) e sostenuta dall'incessante tifo del pubblico amico, ha venduto cara la pelle.

Inizio gara nel segno del Parma, capace di piazzare un "uno-due" che, alla luce delle precarie condizioni fisiche delle padrone di casa, avrebbe potuto significare un netto ko. Ed invece, ecco venir fuori la grinta che le atlete della Cedat 85 stanno dimostrando di possedere da un po' di tempo a questa parte, da quando hanno dato una netta inversione di tendenza alla stagione. Punto su punto hanno ribattuto agli attacchi delle ducali e sono riuscite a rimettere in sesto il match, costringendo al suo primo tie-break in campionato la prima della classe.

Poi hanno pagato lo sforzo, fisico e mentale, ed hanno ceduto di botto nel quinto set che le emiliane si sono aggiudicate in scioltezza. La Cedat, dunque, ha sfiorato l'impresa e può ben dire di essere la prima squadra ad aver fatto rallentare il cammino in classifica alla capolista. E poi, non va dimenticato, che il punto conquistato da Angelova e socie consente alla compagine del presidente Sabatelli di incrementare ancora la classifica e confermarsi, solitaria, in settima posizione.

CEDAT 85 SAN VITO - CARIPARMA SIGRADE PARMA 2-3

CEDAT 85 SAN VITO:Angelova 4; Zamora Gil 16; Travaglini 5, Floro 12; Rourke 37, Kohler 1; Scillia (L); Caputo 6, Benato; n.e. De Lellis, Fanelli,. All.: Lo Re

CARIPARMA PARMA: Pincerato ; Cella 15; Musti De Gennaro 16, Brusegan 13; Conti 21, Napolitano Senkova 18; Gibertini (libero); Sevarika 1, Grizzo 2; n.e. Martini, Romanò, Montani. All. Napolitano

ARBITRI: Feriozzi e Turtù di Ascoli Piceno

PROGRESSIONE SET: 20-25 (25'), 16-25 (23'), 25-23 (29'), 28-26 (32'), 7-15 (15') in 2 ore e 4 minuti di gioco.

NOTE - battute vincenti: San Vito 1, Parma 8; batt. sbagliate: San Vito 5, Parma 8; muri: San Vito 11, Parma 17; errori: San Vito 22, Parma 15. Spettatori 1000.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Volley S.Vito si batte bene contro il Parma e perde solo a tie-break

BrindisiReport è in caricamento