rotate-mobile
Sport

L'Enel a Milano: nel tempio del basket "per giocare con serenità e a mente sgombra"

BRINDISI - Cesare Rubini, Sandro Gamba, Dino Meneghin , Mike D’Antoni , Dan Peterson : questi sono alcuni dei personaggi che fra panchina e basket giocato sono passati negli spogliatoi e sul parquet della squadra che più a vinto nella storia della pallacanestro italiana. Probabilmente a chi è molto giovane qualcuno di loro potrà dire poco , ma per chi ha vissuto quegli anni il solo pensiero fa venire i brividi. Sicuramente per i tanti brindisini che affolleranno gli spalti del Mediolanum Forum l’emozione sarà forte nel vedere l’Enel Basket Brindisi affrontare una delle squadre più blasonate e in questo momento fra le più forti del campionato.

BRINDISI - Cesare Rubini, Sandro Gamba, Dino Meneghin , Mike D'Antoni , Dan Peterson : questi sono alcuni dei personaggi che fra panchina e basket giocato sono passati negli spogliatoi e sul parquet della squadra che più a vinto nella storia della pallacanestro italiana. Probabilmente a chi è molto giovane qualcuno di loro potrà dire poco , ma per chi ha vissuto quegli anni il solo pensiero fa venire i brividi. Sicuramente per i tanti brindisini che affolleranno gli spalti del Mediolanum Forum l'emozione sarà forte nel vedere l'Enel Basket Brindisi affrontare una delle squadre più blasonate e in questo momento fra le più forti del campionato.

L'Olimpia Milano, ora Armani Jeans , dopo tre giornate dall'inizio del campionato è a punteggio pieno .Una squadra costruita per provare a vincere il campionato e fare bene in Eurolega. Mercoledì sconfitta ad Istanbul ma con onore, recuperando uno svantaggio importante e dando la dimensione di essere una compagine quadrata e compatta. Il suo collettivo è fatto di nomi altisonanti: nonostante debbano fare a meno di Pecerov , in quintetto schierano gente del calibro di Hawkins, del playmaker Finley, il centro Petravicius," l'azzurro " Mancinelli e il lituano Maciulis, ala realizzatrice e ottimo rimbalzista. Anche la panchina non scherza con Rocca, Mordente, Jaaber ed il giovanissimo talento Melli ,conoscenza dei brindisini in Lega due con Reggio Emilia.

Sulla carta una partita non facile per l'Enel, reduce dalla sconfitta casalinga contro Cremona in cui c'è stata comunque la nota positiva di Roberson. Il neo arrivato ha dato subito un ottimo impatto alla gara, dimostrando buone doti realizzative e caratteriali. Per coach Perdichizzi sicuramente un input importante da cui cominciare per ricompattare la squadra che in alcuni momenti è sembrata un po' slegata e ha avuto la sua maggior pecca nelle palle perse.

"In settimana abbiamo lavorato per cercare di migliorare ciò che domenica ci ha portato alla sconfitta - ha dichiarato coach Perdichizzi in conferenza stampa -. Perdere tanti palloni ha creato degli squilibri , ma lavorando sul tempo e gli spazi sicuramente si può migliorare. Non dimentichiamo inoltre che è un gruppo nuovo e quindi anche la maggior conoscenza in campo fra i giocatori potrà dare dei buoni risultati. Siamo consapevoli di affrontare una grande squadra, che al di là degli infortuni può permettersi il lusso di schierare dodici giocatori. Questo però non significa che andremo a Milano già battuti, ma cercheremo di affrontare la partita con serenità, sgombri mentalmente e determinati a fare girare al meglio i nostri meccanismi. Cercheremo di gestire i ritmi senza affrettare le situazioni di gioco e tenteremo, difensivamente, di mettere qualche granello negli ottimi ingranaggi offensivi dei lombardi".

Giuliano Maresca festeggerà domenica la sua centesima partita in LegaA : "Raggiungere questo risultato sul campo dell'Olimpia (sua ex squadra,ndr ) ,mi riempie di orgoglio. Ma sono soprattutto contento di esserci arrivato dopo l'anno e mezzo di stop che ho avuto e che sicuramente non mi aveva fatto pensare al meglio. Per noi è una partita da affrontare a viso aperto e che secondo me,a prescindere dal risultato , non può avere risvolti negativi . Io sono fiducioso del fatto che la squadra questa settimana abbia capito quanto sia importante creare un giusto equilibrio non solo tecnico ma anche mentale per affrontare al meglio questo campionato che si sta dimostrando molto duro."

Più che vincere per i brindisini il motto è "convincere", non tanto gli altri, ma se stessi delle proprie potenzialità. La partita si svolgerà domenica 7 novembre a Milano, nel Mediolanum Forum, alle ore 18.15.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel a Milano: nel tempio del basket "per giocare con serenità e a mente sgombra"

BrindisiReport è in caricamento