rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Sport

L'Enel attende il "vero" Pistoia

BRINDISI - Enel Brindisi e Giorgio Tesi Group Pistoia si rivedono a distanza di quattro giorni. Stesso posto, (PalaPentasuglia), ma questa volta con cinque muniti di anticipo sull’orario di inizio ( palla in due alle ore 20 e 40 per esigenze televisive), con telecronaca diretta su Rai Sport 2, telecronaca affidata a Edi Dembinski con il commento tecnico di coach Stefano Michelini. Arbitreranno l’incontro Massimo Pascotto di Portogruaro, Roberto Materdomini di Grottaglie e Mark Bartoli di Trieste. Sono queste le sole certezze che riguardano “gara 2” fra gli uomini di coach Bucchi e quelli di Paolo Moretti. Tutto il resto è da scrivere in quaranta minuti di sicura competizione e di grande intensità, in cui si chiederà alle due squadre di produrre il massimo sforzo fisico e mentale per guadagnarsi la vittoria.

BRINDISI - Enel Brindisi e Giorgio Tesi Group Pistoia si rivedono a distanza di quattro giorni. Stesso posto, (PalaPentasuglia), ma questa volta con cinque muniti di anticipo sull'orario di inizio ( palla in due alle ore 20 e 40 per esigenze televisive), con telecronaca diretta su Rai Sport 2, telecronaca affidata a Edi Dembinski con il commento tecnico di coach Stefano Michelini. Arbitreranno l'incontro Massimo Pascotto di Portogruaro, Roberto Materdomini di Grottaglie e Mark Bartoli di Trieste. Sono queste le sole certezze che riguardano "gara 2" fra gli uomini di coach Bucchi e quelli di Paolo Moretti. Tutto il resto è da scrivere in quaranta minuti di sicura competizione e di grande intensità, in cui si chiederà alle due squadre di produrre il massimo sforzo fisico e mentale per guadagnarsi la vittoria.

Enel Brindisi ha il compito di spegnere i riflettori su "gara 1 ", e dimenticare gli applausi meritati dei 3 mila e 500 spettatori del PalaPentassuglia per la strepitosa prestazione e lo show offerto in quella che può certamente essere definita la migliore partita di questa stagione agonista , forse anche la più spettacolare fra quelle disputate in LegaDue, con azioni di squadra ed individuali da manuale del basket. Coach Bucchi ha l'esperienza giusta per comprendere e spiegare ai suoi giocatori che questa "gara 2",secondo le folli regole imposte dai play off, è una nuova partita con diverse difficoltà e con le insidie e le trappole che tutte le edizioni passate insegnano. Così l'allenatore brindisino ed i suoi giocatori non potranno certamente illudersi di rivedere in campo una formazione avversaria disposta a ripetere la prestazione negativa di "gara 1" .

Sarà difficile, infatti, che Pistoia possa ripetere in una seconda partita gli stessi errori ed i record negativi stabiliti in partite di play off e che sono eccezionali, incomprensibili e probabilmente anche irripetibili per una formazione della sua portata tecnica. Un passivo finale di 32 punti (79/47), un mediocre 4,3 per cento, pari ad 1/23, nel tiro da tre punti, e solo 6 punti realizzati in un tempo non sono cifre da Pistoia o da qualunque altra squadra che abbia raggiunto la finale dei play off di LegaDue. Su tali dati coach Bucchi ha lavorato in questi giorni convincendo i suoi giocatori che questa sera si troveranno di fronte un'altra squadra, un Pistoia diverso con i veri Dwigth Hardy, Bobby Jones, Giacomo Galanda e con un Dante Mathis ormai recuperato alla disponibilità di coach Moretti, tutti giocatori che dovranno essere affrontati con il massimo e dovuto rispetto.

E' altresì importante,invece, che Enel Brindisi non cambi volto e che resti la stessa squadra vista in campo giovedì scorso. Impenetrabile in difesa con un Formenti in grado di limitare praticamente a zero i danni che può produrre Hardy e dare un contributo notevole alla squadra, con Renfroe che è diventato il play spettacolare ed efficace che tutti avrebbero voluto vedere fin dall'inizio di campionato,con Jonathan Gibson pronto ad infilare il canestro dalla grande distanza ma anche capace di distribuire assist di altissimo livello tecnico, e poi ancora Borovnjak, Callahan, il ritrovato Ndoja, gli utilissimi ed a volte determinanti Zerini e Giuri e Formenti, tutti smaniosi di concedere il bis alla meravigliosa platea del PalaPentassuglia.

Stasera si replica. Stessa squadra e stesso pubblico per recitare la propria parte da protagonisti della partita, per garantire un risultato positivo che consenta di alimentare ed accrescere le speranze dell'Enel Brindisi di avvicinarsi all'obiettivo finale.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel attende il "vero" Pistoia

BrindisiReport è in caricamento