rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport

L'Enel Basket congeda anche Bavcic. Un altro errore della campagna acquisti

BRINDISI – “La società Enel New Basket Brindisi e l’atleta Edin Bavcic rendono noto che in data odierna hanno risolto consensualmente il rapporto contrattuale che li legava fino a giugno 2011. La società ringrazia Bavcic per la professionalità mostrata durante la sua permanenza a Brindisi e gli augura un futuro professionale ricco di soddisfazioni”.

BRINDISI - "La società Enel New Basket Brindisi e l'atleta Edin Bavcic rendono noto che in data odierna hanno risolto consensualmente il rapporto contrattuale che li legava fino a giugno 2011. La società ringrazia Bavcic per la professionalità mostrata durante la sua permanenza a Brindisi e gli augura un futuro professionale ricco di soddisfazioni".

Quattro righe di comunicato dell'ufficio stampa dell'Enel Basket per annunciare il divorzio "consensuale" tra l'ala bosniaca e la squadra allenata da Giovanni "sceriffo" Perdichizzi che dopo la bruciante ennesima sconfitta di sabato scorso ha incassato la fiducia del presidente Antonio Corlianò, imbeccato da Massimo Ferrarese, dimissionario annunciato, ma sempre patron. Una fiducia che tiene comunque sui carboni ardenti Perdichizzi. Domenica il coach deve dare prova di riabilitazione andando a vincere a Sassari. Altrimenti? Beh, altrimenti il padron potrebbe arrabbiarsi per davvero e la fiducia andrebbe a farsi benedire.

Bavcic era una di quelle operazioni di mercato che non avevano convinto. E in effetti la società, con il taglio del giocatore, ha dato ragione ai perplessi. Come non ha convinto l'ingaggio del play Bobby Dixon, da sempre più dolori che gioie, e per ultimo l'arrivo di Anthony Roberson, in sostituzione momentanea dell'infortunato Chris Monroe, il cui inserimento nel quintetto non ha portato alcuna utilità.

Ma è inutile parlare di questi errori, se così li si può definire. Qualcuno questi giocatori li ha voluti. E questo qualcuno dovrebbe avere il coraggio di ammetterlo e trarre le dovute conseguenze. Questo sinora non è accaduto. Hanno suscitato perplessità le dichiarazioni rilasciate da Perdichizzi nel post-gara di sabato, poi in parte ammorbidite e ritrattate, sulle responsabilità di chi ha voluto Roberson e magari altri giocatori. Dichiarazioni che in momento delicato come questo non creano certo tranquillità.

La situazione, inutile sottolinearlo, è delicata, ma non è ancora compromessa. Bisogna eliminare le tensioni e cercare di fare punti per raggiungere una zona tranquilla di classifica per allontanarsi dall'ultima posizione che significa retrocessione diretta in Legadue. La società con il taglio dell'ala bosniaca ha dimostrato che vuole cercare di correre ai ripari, intervenendo di nuovo sul mercato nel tentativo di trovare due/tre giocatori di qualità, possibilmente italiani, che quadrino la squadra le consentano di evitare la retrocessione.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel Basket congeda anche Bavcic. Un altro errore della campagna acquisti

BrindisiReport è in caricamento