rotate-mobile
Sport

L'Enel Basket vince per Big Elio

BRINDISI - La nuova Enel Basket esordisce in casa in un’amichevole di lusso contro il Montegranaro in onore di Big Elio, e la prima novità è la musica che saluta l’ingresso in campo dei giocatori, “We will rock you” dei Queen: fa molto Nba e lascia sperare in un’annata diversa dall’ultima, costellata da troppe sconfitte e dalla retrocessione in Legadue. La notizia è che non c’è il consueto tutto esaurito, malgrado i prezzi popolari dei biglietti: più della metà dei tagliandi del parterre sono rimasti invenduti, e l’anello superiore era quasi completamente deserto nei quattro angoli.

BRINDISI - La nuova Enel Basket esordisce in casa in un'amichevole di lusso contro il Montegranaro in onore di Big Elio, e la prima novità è la musica che saluta l'ingresso in campo dei giocatori, "We will rock you" dei Queen: fa molto Nba e lascia sperare in un'annata diversa dall'ultima, costellata da troppe sconfitte e dalla retrocessione in Legadue. La notizia è che non c'è il consueto tutto esaurito, malgrado i prezzi popolari dei biglietti: più della metà dei tagliandi del parterre sono rimasti invenduti, e l'anello superiore era quasi completamente deserto nei quattro angoli.

Il prepartita. Inizia con la premiazione di alcuni play allenati da Pentassuglia: Claudio Calderari, Tonino Bray, Roberto Cordella, Checco Fischetto, Roberto Brunamonti. Ad ognuno di loro la società ha regalato la nuova maglia dell'Enel, con tanto di cognome e numero (quello che utilizzavano quando erano ancora in attività). Nell'intervallo l'abbraccio del pubblico alla signora Liliana Pentassuglia, sorella di Elio.

La partita. Piero Bucchi parte con Renfroe, Borovnjac, Ndoja, Hunter e Callahan. Sharon si affida a Kirskay, Di Bella, Brunner, Mc Neal e Antonutti. Gli ospiti vanno subito avanti di 4, ma Brindisi difende meglio, recupera e stacca i gialloblu. La prima frazione si chiude sul 21-15.

Il secondo quarto inizia seguendo lo stesso copione. Montegranaro pareggia, poi scompare. Brindisi resta avanti, ma il bel gioco latita e le percentuali al tiro sono bassissime da entrambe le parti. Si va negli spogliatoi sul 31-26 per i locali

Dopo il riposo torna il bel gioco e finalmente si vede un po' di spettacolo. Tra i marchigiani sale in cattedra Mc Neal, che con quattro canestri porta i suoi sul 37-42. Prima Callahan, poi Maestrello con una tripla, rimettono Brindisi in carreggiata, ma Renfroe commette un fallo antisportivo quanto inutile e Montegranaro va sul +7. Un'altra bomba di Maestrello ci riporta a -4, e si va all'ultima pausa sul 46-50.

All'inizio dell'ultima frazione gli ospiti allungano. Ci resuscita Simoncelli con tanta velocità, ma soprattutto con tre bombe e sei liberi. Si va sul 64-61 e torna a farsi sentire un pubblico fino a quel momento annoiato e taciturno. Con Simoncelli, Renfroe e Hunter insieme sul parquet, l'Enel gioca meglio e conserva il vantaggio fino alla sirena. Finisce 73-70. Migliore in campo Simoncelli, con 19 punti.

Per Bucchi, dopo il torneo di Scafati, ancora note positive: la sua squadra mostra sprazzi di bel gioco ed è in costante crescita. Anche se ancora incompleta, Montegranaro è comunque in LegaA, e batterla, pur in amichevole, è comunque un buon segnale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel Basket vince per Big Elio

BrindisiReport è in caricamento