rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Sport

L'Enel di Gibson già convince

BRINDISI - Davanti a 2000 spettatori circa l'Enel Basket Brindisi si aggiudica il memorial Pentassuglia e ricomincia da dove aveva finito lo scorso anno, cioè da Jonhathan Gibson, che già alla prima uscita stagionale ha lasciato intendere di essere il leader della squadra di Bucchi: 97-53 il risultato finale, e malgrado manchino all'appello ancora cinque giocatori (Formenti, Reymolds, Ndoja, Simmons e Viggiano) la squadra già convince e strappa applausi.

BRINDISI - Davanti a 2000 spettatori circa l'Enel Basket Brindisi si aggiudica il memorial Pentassuglia e ricomincia da dove aveva finito lo scorso anno, cioè da Jonhathan Gibson, che già alla prima uscita stagionale ha lasciato intendere di essere il leader della squadra di Bucchi: 97-53 il risultato finale, e malgrado manchino all'appello ancora cinque giocatori (Formenti, Reymolds, Ndoja, Simmons e Viggiano) la squadra già convince e strappa applausi.

La partenza dei brindisini è fantastica, complice una Juve Caserta scesa in campo in evidente ritardo di preparazione: 20-0 con canestri di Gibson e ottimi spunti dei due lunghi Grant e Robinson. Gli ospiti realizzano alla metà del primo quarto, che sembra uno show a senso unico e termina 33-11. Nel secondo quarto i ragazzi di Bucchi tirano un po' il fiato e corrono meno, ma conservano un distacco considerevole. Zerini dimostra di essere sempre più intraprendente e sicuro di se. Si va all'intervallo sul 44-26.

Nel terzo quarto il livello della partita scade ad allenamento, almeno da parte Juve Caserta. Brindisi tira con percentuali mostruose (77%) e si mettono in evidenza Fultz e Grant, mentre Gibson continua a bucare la retina, anche con un tiro impossibile allo scadere. Si va all'ultima frazione sul 79-33, ma la partita non ha già più nulla da dire.

Nell'ultimo minitempo Bucchi fa riposare Gibson e concede spazio ai giovanissimi e a Milosevic (preso in prestito per gli allenamenti, in attesa che tornino Viggiano e Simmons). Robinson dimostra di avere una buona mano anche dalla lunga distanza e arriva a mettere a segno 21 punti. Domani il coach terrà una conferenza stampa alle 17.30: forse sarà più ottimista rispetto all'ultimo incontro con i giornalisti, quando apparì abbastanza preoccupato a causa delle assenze dovute a infortuni e convocazioni in nazionale.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel di Gibson già convince

BrindisiReport è in caricamento