rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Sport

L'Enel capolista solitaria

L’Enel Basket Brindisi espugna (65-69) anche il PalaMaggiò di Caserta e grazie alle sconfitte di Bologna e Siena resta in vetta solitaria. Questa volta i protagonisti in campo sono stati Campbell e James.

L'Enel Basket Brindisi espugna (65-69) anche il PalaMaggiò di Caserta e ancora una volta la vera squadra di Bucchi emerge nel terzo quarto. Questa volta i protagonisti in campo sono stati Campbell e James. I biancazzurri restano così al comando della classifica in completa solitudine visto che Bologna ha perso in casa con Venezia e Siena è stata sconfitta a Cantù, prossimo avversario dell'Enel.

LA CRONACA DELLA PARTITA

Quintetto iniziale tutto straniero per Bucchi, che parte con Dyson, James, Snaer, Lewis e Aminu. Al PalaMaggiò c'è un clima infuocato: Caserta viene da quattro sconfitte consecutive e il pubblico vuole porre fine alla striscia negativa. Brindisi parte con piglio da capolista, con un James grande protagonista, ma si perde per strada col passare dei minuti, senza però perdere di vista gli avversari. (Finale primo quarto: 22-20)

Caserta riparte bene e raggiunge il massimo vantaggio (31-22), poi finalmente l'Enel reagisce ma continua a perdere palle ingenuamente. Bulleri non trova il canestro in un paio di occasioni, ma quel che più preoccupa è l'assenza di Dyson, che pare anche un po' nervoso e si becca un fallo antisportivo nel momento in cui Brindisi stava per riagganciare i padroni di casa. Brooks riporta i bianconeri a +8 (37-29) ma il solito James consente a Brindisi di recuperare qualche punto importantissimo. (Finale secondo quarto 37-33)

Come al solito, dopo l'intervallo entra in campo una Enel diversa, più concentrata e più grintosa: Brindisi ribalta il risultato in meno di due minuti e si porta avanti di 6 punti con Todic e Campbell in campo. James schiaccia a canestro il pallone del +8. Caserta perde la testa e si affida al tiro da tre punti, ma trova solo errori. Dyson segna il 51-39, ma l'americano continua ad essere troppo precipitoso e dopo un minuto si riaccomoda in panchina. Nel finale gli uomini di Bucchi rallentano e i padroni di casa ne approfittano per non perdere contatto con gli ospiti. (Finale terzo quarto 48-55)

I canestri di Campbell, Snaer, Dyson lasciano intendere che l'Enel vuole portare a casa la partita (+13). Brooks tiene in vita i suoi con canestri spettacolari. Caserta tenta il tutto per tutto negli ultimi quattro minuti, ma è in bonus e rischia di imbarcare 20 punti. Todic esagera col tiro da tre punti e fa arrabbiare Bucchi. I tiri liberi di Dyson dicono che il play ha rimesso la testa a posto, la stoppata di James su Hanna a tre minuti dalla fine potrebbe sancire la fine del match, ma Caserta in appena un minuto si riporta a -4, approfittando di scelte d'attacco scellerate da parte dei brindisini. Bucchi ferma il gioco ma l'Enel è nel pallone e non riesce a superare la metà campo. A 39 secondi dalla sirena è 65-67, Todic commette passi, Caserta ha 22 secondi per vincere, ma Hannah decide di tirare da 8 metri, gettando a mare ogni speranza. Dyson segna dalla lunetta il +4: è fatta anche questa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Enel capolista solitaria

BrindisiReport è in caricamento