rotate-mobile
Sport

L'ex Bechi attende il Biella, avvertendo che in casa si dovrà solo vincere

BRINDISI - Due settimane di fuoco per l‘Enel Brindisi: Pesaro, Treviso e lunedì sera arriva Biella reduce da due vittorie e sicuramente una delle squadre più in forma del momento. Ma per coach Bechi sia la prima che la seconda partita, al di là dei risultati, sono già gare da archiviare per concentrarsi solo ed esclusivamente sulla nuova avversaria e su quello che è l’obiettivo finale: riuscire a portare i brindisini alla salvezza.

BRINDISI - Due settimane di fuoco per l'Enel Brindisi: Pesaro, Treviso e lunedì sera arriva Biella reduce da due vittorie e sicuramente una delle squadre più in forma del momento. Ma per coach Bechi sia la prima che la seconda partita, al di là dei risultati, sono già gare da archiviare per concentrarsi solo ed esclusivamente sulla nuova avversaria e su quello che è l'obiettivo finale: riuscire a portare i brindisini alla salvezza.

"Non eravamo dei fenomeni dopo la partita di Pesaro e non siamo diventati dei brocchi dopo Treviso - esordisce così in conferenza stampa il neo coach -, sappiamo che c'è molto da lavorare e da migliorare nonostante le esigenze del campionato e la date ravvicinate della gare che stiamo affrontando. Il mio obiettivo e trasmettere fiducia a questo gruppo, facendo capire a tutti quali sono i nostri limiti ma con la certezza che il lavoro fatto con serietà e consapevolezza alla fine può dare i risultati sperati. Tutto l'ambiente deve comprendere che non dobbiamo vincere lo scudetto, ma solo arrivare a maggio avendo una squadra dietro di noi in classifica. Mi sono dato 20 giorni di tempo per valutare e dare modo ai ragazzi di entrare nel mio modo di lavorare e nella mia filosofia prima di prendere qualsiasi decisione. Ma la cosa principale è che, comunque, saranno mesi di lacrime e sangue, gioie e dolori. L'importante sarà continuare nel nostro percorso non demordendo mai, senza parlare né polemizzare. Anche chi ci sta intorno spero che faccia la stessa cosa, a cominciare dallo splendido pubblico che viene al palazzetto: sostegno, fiducia ed entusiasmo possono essere la spinta in più per andare avanti nel modo giusto".

Per il posticipo di lunedì il coach livornese non ha dubbi: "In casa possiamo solo vincere. Non ci sono grandi alternative. Lunedì incontriamo una squadra in grande forma e per me oltretutto sarà anche una grande emozione per tutti i trascorsi passati insieme, ma non mi interessa che avremo di fronte: la nostra classifica ha bisogno di punti e questi non possiamo assolutamente farceli scappare".

In casa Angelico invece tutto procede molto bene: vittoria a Varese e nell'ultimo turno in casa superata anche la Canadian Solar Bologna. Arriverà una squadra carica e in trend positivo che ha in Sosa, Slaughter e Viggiano i suoi punti di riferimento, ma che può contare anche su italiani del calibro di Matteo Soragna giocatore il cui curriculum parla da solo, ed il giovane play Massimo Chessa (classe 1988). Ma nonostante gli avversari ci si augura che la grande iniezione di fiducia da parte del coach dell'Enel Brindisi venga trasformata positivamente dai giocatori sul rettangolo di gioco ed inizi a portare i frutti tanto sperati . La partita si disputerà nel Palapentassuglia lunedì 10 gennaio alle ore 20.15 e sarà trasmessa su Sky Sport 2 .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex Bechi attende il Biella, avvertendo che in casa si dovrà solo vincere

BrindisiReport è in caricamento