rotate-mobile
Sport Viale Regina Margherita

Lungomare gremito per la serata di pugilato organizzata dalla Rodio

La scalinata Virgilio ha regalato un gran colpo d'occhio per "The night boxe elite", evento organizzato dalla Pugilistica Rodio. Nessuna delle 250 sedie posizionate intorno al ring è rimasta vacante. I pugili saliti sul quadrato hanno infiammato il lungomare Regina Margherita, regalando dei combattimenti (quattro maschili e tre femminili) di elevato spessore agonistico

BRINDISI – La scalinata Virgilio ha regalato un gran colpo d'occhio per “The night boxe elite”, evento organizzato dalla Pugilistica Rodio. Nessuna delle 250 sedie posizionate intorno al ring è rimasta vacante. I pugili saliti sul quadrato hanno infiammato il lungomare Regina Margherita, regalando dei combattimenti (quattro maschili e tre femminili) di elevato spessore agonistico. Il tutto condito dagli sketch in vernacolo brindisino della compagnia teatrale “Aria di Mari” e dalle ragazze immagine, salite sul ring fra un round e l’altro. 

Ancora una volta, insomma, la società presieduta da Guido Trane ha dimostrato notevoli capacità organizzative, dando vita a uno degli eventi meglio riusciti nell’ambito della rassegna Brindisi Città europea dello sport 2014.

Gli incontri. Nel primo match, Limone di Marcianise e Caputo hanno chiuso in parità; nel secondo, (femminile) Lamagno di Bari ha sconfitto Alois di I vigili del fuoco consegnano a Luca Capuano la targa di miglior pugile della serata-3Marcianise; il terzo, quello fra Cristina Garganese di Francavilla Fontana e la Silvestri di Roma, è finito in parità; nel quarto, il brindisino Sponziello è stato battuto da De Filippo di Civitate (Foggia) in virtù di un controverso verdetto dei giudici.

Nel quinto, poi, il brindisino Andrea Argento si è imposto si Nicola di San Salvo (Chieti); nel sesto, l’idolo di casa, il plurimedagliato Luca Capuano, ha battuto Marongio, atleta laziale; l’ultimo match ha registrato la vittoria di Piccinni di Lecce sull’abruzzese Alfieri. Nel corso della serata è stato consegnato un riconoscimento anche alla boxer Cristina Mazzotta, di Lecce, che non ha potuto combattere per il forfait dell’avversaria. 

Il momento più emozionante (nella foto in alto a destra) è coinciso con la consegna del premio di miglior pugile della kermesse a Luca Capuano: un trofeo donato dal comando provinciale dei vigili del fuoco di Brindisi in memoria di un loro collega morto lo scorso aprile, Teddy Giammarruco, il cui figlio, Marco, è salito sul palco per la premiazione. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lungomare gremito per la serata di pugilato organizzata dalla Rodio

BrindisiReport è in caricamento