menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fella, un combattente

Fella, un combattente

"Mai sottovalutare il Nardò"

BRINDISI – Sottovalutare il Nardò infarcito di juniores potrebbe rivelarsi un errore fatale. Per questo, mister Ciullo, allenatore del Brindisi, schiererà i suoi uomini migliori nel derby di San Pancrazio.

BRINDISI - Sottovalutare il Nardò infarcito di juniores potrebbe rivelarsi un errore fatale. Per questo, mister Ciullo, allenatore del Brindisi, schiererà i suoi uomini migliori nel derby in calendario domani pomeriggio (ore 15) sull'erba sintetica dello stadio comunale di San Pancrazio, per la settima giornata del campionato di Serie D. Il match, vista la non omologabilità dell'impianto per gli incontri della Lega nazionale dilettanti, si disputerà a porte chiuse. Davvero un peccato, se si considera che da Brindisi sarebbero giunti non meno di 800 tifosi.

In campo dovrebbe scendere la stessa formazione che domenica scorsa ha superato il Taranto, con l'eccezione dell'innesto di Loiodice al posto di Raffaele De Martino, costretto a scontare il primo dei tre turni di squalifica inflitti in seguito all'espulsione rimediata contro gli ionici. La porta, quindi, verrà difesa da Novembre. Al centro della difesa giocheranno Cacace e Patti. Sugli esterni, gli under Liotti, a sinistra, e Iaboni, a destra. Sulla linea mediana si piazzeranno Marsili, Loiodice e l'under Favia (in ballottaggio con Nassi). In attacco, spazio a Pellecchia, l'under Fella e Gambino, capocannoniere del girone H con otto reti in sei partite.

Reduce del pokerissimo subito domenica in casa della Turris, il Nardò (già battuto dai biancazzurri lo scorso 11 settembre, in occasione del secondo turno di Coppa Italia) è fanalino di coda del girone con un passivo di -10 punti maturato nei due turni (il terzo e il quarto) in cui i salentini, alle prese con la diaspora dei senior, hanno dato forfait. Nel frattempo, i problemi societari che affliggono i neretini, aggravati anche dalle vertenze presentate da alcuni ex, non si sono attenuati.

Ma la compagine leccese è riuscita quanto meno a evitare l'onta della radiazione, affidandosi agli under e ad al blocco della rappresentativa juniores. Uno dei pochi "anziani" ancora a disposizione di mister Menichelli è capitan Antico, neretino doc. E questa "banda" di ragazzini, due settimane fa, è riuscita nell'impresa di fermare sull'1-1 il Bisceglie, una delle formazioni maggiormente accreditate al salto di categoria.

Vietato, quindi, abbassare la guardia, anche in considerazione dell'importanza della posta in palio. Con tre punti in saccoccia, infatti, i biancazzurri potrebbero preparare in un clima di serenità il doppio impegno ravvicinato della prossima settimana: quello di mercoledì, contro il Bisceglie, per il terzo turno di Coppa Italia, e quello di domenica, fra le mura dello stadio Fanuzzi, contro la sorprendente capolista Marcianise. Il derby verrà arbitrato dal signor Giuliano Parella di Battipaglia, coadiuvato dagli assistenti di linea Barchetta di Nola e Pedarra di Foggia.

Il quadro della settima giornata con le relative designazioni arbitrali: Gelbison-Gladiator, Simiele di Albano Laziale; Manfredonia-Francavilla, Zizza di Finale Emilia; Matera-Grottaglie, Bortoluzzi di San Donà di Piave; Monopoli-Puteolana Internapoli, Moraglia di Verona; Nardò-Brindisi, Parrella di Battipaglia; Progreditur Marcianise-Turris, Capone di Palermo; Real Metapontino-Bisceglie, Camplone di Pescara; Real Vico-Mariano Keller, Annaloro di Collegno; Taranto-San Severo, De Remigis di Teramo.

La classifica: Marcianise 15; Real Hyria, Turris 13; Monopoli 12; Matera 11; Brindisi 10; Manfredonia 9; Gladiator, Taranto 8; Francavilla, Grottaglie 7; gelbison, Mariano Keller, Bisceglie 6; Real Metapontino, Puteolana 5; San Severo 4; Nardò -10.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento