menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marino conferma: Sacchetti sarà il prossimo allenatore dell'Enel Basket

Fra poche ore la presentazione ufficiale e poi Meo Sacchetti sarà il nuovo coach dell'Enel Basket Brindisi. Il presidente Nando Marino ha confermato ufficialmente l'ingaggio del coach ex Sassari con un palmares di assoluto prestigio, ricco di imprese straordinarie

BRINDISI - Fra poche ore la presentazione ufficiale e poi  Meo Sacchetti  sarà il nuovo coach dell’Enel Basket Brindisi. Il presidente Nando Marino ha confermato ufficialmente l’ingaggio  del coach ex Sassari con un palmares di assoluto prestigio, ricco di imprese straordinarie come giocatore e come allenatore. Romeo Sacchetti, classe 1953,è stato protagonista di risultati eccezionali con la Dinamo Sassari, società con la quale ha costruito uno straordinario ciclo di risultati che vanno dalla promozione dalla serie A/2 alla serie A/1 al suo primo campionato alla guida della squadra sarda, al massimo delle maggiori ambizioni con la conquista dello strabiliante “triplete” conseguito nella stagione agonistica 2014-2015 con la vittoria della Coppa Italia, della Super Coppa e del primo scudetto della storia “Dinamo Sassari”.

Nella stagione agonistica 2011-2012 arriva per Meo Sacchetti il riconoscimento più importante con la investitura di miglior allenatore della serie A/1, quasi a sugellare la sua riconosciuta bravura nella conduzione della Dinamo Sassari e nei risultati ottenuti. Da giocatore Meo Sacchetti con la Nazionale Italiana ha collezionato prestigiosi risultati vincendo la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Mosca 1980, la medaglia d’ora a Nantes negli Europei 1985, la medaglia di bronzo in Germania nei Giochi del Mediterraneo. I risultati eccellenti conseguiti con la Dinamo Sassari.

La sua straordinaria storia a Sassari, quasi una favola per tutta la Sardegna, finisce a novembre del 2015 quando, con lo scudetto tricolore sulle maglie, la Dinamo realizza una luna serie di risultati negativi in campionato che costringe il presidente Stefano Sardara ad esonerare Meo Sacchetti e chiudere bruscamente il rapporto contrattuale che appena qualche messe prima era stato concordemente prolungato fino al 2018. Si dirà poi che il rapporto personale e societario fra il presidente Stefano Sardara ed il coach Meo Sacchetti si era deteriorato da tempo e che fu un azzardo quel prolungamento di contratto, un accordo fra due parti ormai in disaccordo su tutto.

Ora Meo Sacchetti è chiamato a ripetere le sue straordinarie imprese da head coach a Brindisi, dove rappresenta probabilmente la scelta più indicata e popolare che Nando Marino avrebbe potuto fare perché in città il coach ha molti amici ed un pubblico che lo ha sempre apprezzato e stimato, si troverà come a casa sua non solo per le sue origini pugliesi (Sacchetti è nato ad Altamura), ma soprattutto in un ambiente che lo ha sempre accolto positivamente e che ricorda straordinarie partite fra Sassari e Brindisi che negli ultimi tempi erano diventati una “classica”. L’ingaggio di Meo Sacchetti, inoltre, presuppone che la New Basket Brindisi intende iniziare un nuovo ciclo ed affidare all’ attuale head coach giocatori di valore che possano attuarlo.

Meo Sacchetti sarà a Brindisi per la presentazione ufficiale e poi potrà mettersi al lavoro con il generale manager Alessandro Giuliani per formare il roster della prossima stagione agonistica. I tifosi brindisini si aspettano ora la conferma dei giocatori più meritevoli come Zerini, Cournooh, Scott, Cardillo ma soprattutto sperano che la società riesca a trattenere Adrian Banks, il giocatore simbolo dell’Enel Brindisi. ”Abbiamo iniziato da tempo a trattare per la conferma di Adrian Banks- ha confermato il presidente Nando Marino – Ci rendiamo conto, però, che sarà molto difficile trattenerlo anche se Banks ha la migliore disponibilità a rimanere a Brindisi, dove si trova molto bene ed è amato dal pubblico. Ma Banks, oltre ad aver  ha già ricevute delle offerte economiche molto vantaggiose che sono rapportate al suo valore, ha anche l’ aspirazione di avere un giusto palcoscenico europeo. La società farà, comunque, tutto il possibile per trattene Banks anche a costo di un nuovo sacrificio economico e costruire la nuova squadra sulle sue straordinarie capacità tecniche e sul suo attaccamento alla società, alla squadra, ai tifosi ed alla città”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento