rotate-mobile
Sport

Master B, Sofia: Flavia lotta, ma alla fine cede alla Petkovic. Sfumato il titolo

Una grande Flavia Pennetta lotta fino all'ultimo, ma cede in finale ad Andrea Petkovic ed esce di scena con onore dal Wta Tournament of Champions di Sofia, il cosiddetto Master B. La brindisina si è arresa alla tedesca con il risultato finale di 1-6/6-4/6-3 in 2 ore e 11 minuti di gioco

SOFIA - Una grande Flavia Pennetta lotta fino all’ultimo, ma cede in finale ad Andrea Petkovic (numero 17 del ranking Wta) ed esce di scena con onore dal Wta Tournament of Champions di Sofia, il cosiddetto Master B. La brindisina si è arresa alla tedesca con il risultato finale di 1-6/6-4/6-3 in 2 ore e 11 minuti di gioco.

Nel primo set la Pennetta è partita alla grande, velocemente e senza concedere nulla all’avversaria si è portata avanti per 3-0. Determinata e grintosa ha tenuto bene il turno di battuta e dimostrando di avere ottimo spirito di iniziativa, facendo le scelte giuste al momento giusto, ha intascato il game del 4 a 0, complici anche una serie di gratuiti della Petkovic. Sul 4-1 la tedesca ha tentato  la rimonta, ma niente da fare, Flavia ha continuato a dominare e ha chiuso la prima frazione di gioco per 6-1.

Nel secondo set tutto è cambiato: un calo psicologico di Flavia ha consentito alla tedesca di conquistare il vantaggio per 2-0. Numerosi errori della brindisina contro una scia di colpi vincenti della Petkovic hanno permesso a quest’ultima di portarsi avanti per 3-1. L’azzurra non ha mollato e in poco tempo è riuscita a raggiungere  l’avversaria, avvicinandosi prima per 4-3 e poi per 5-4, ma non è bastato. Vano il tentativo del pareggio e del sorpasso, la tedesca ha chiuso il parziale per 6-4. Nel terzo set, quello decisivo Flavia, avanti per 2-0, non è riuscita ad incrementare il vantaggio, facendosi al contrario riagganciare dalla Petkovic per 2 pari. Sul 3-3 (40-40) la brindisina non ha concretizzato e ha ceduto il game del 4-3 alla tedesca che in scioltezza ha chiuso set e match per 6-3.

Amara sconfitta per Flavia, ma nonostante ciò, il secondo posto nel Master B di Sofia è comunque una “vittoria” per lei e rappresenta un buon epilogo di una stagione magica per la Pennetta, lo dimostrano ampiamente l’accesso ai quarti di finale degli Australian Open e nel torneo di Dubai; la vittoria a Indian Wells nello scorso mese di marzo; l’arrivo agli ottavi negli Internazionali Bnl d’Italia e ancora ai quarti di finale degli Us Open per la quinta volta in carriera; i due titoli vinti in doppio con la compagna Martina Hingis, il primo nel torneo di Wuhan e il secondo a Mosca; questa finale in Bulgaria contro la Petkovic.

Il mancato trionfo, come accade per qualsiasi competizione, è sempre difficile da accettare e sarà così anche per Flavia. Ma nella vita è importante saper guardare il lato positivo in ogni situazione: la brindisina, attualmente numero 15 Wta, domani lunedì 3 novembre,  salirà al numero 13 chiudendo il 2014 da numero 1 d’Italia. Questo indubbiamente addolcisce la pillola della sconfitta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Master B, Sofia: Flavia lotta, ma alla fine cede alla Petkovic. Sfumato il titolo

BrindisiReport è in caricamento