menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un First 7.50 del Club Nautico di Scarlino

Un First 7.50 del Club Nautico di Scarlino

Match Race, Miele vince a Scarlino

SCARLINO – Ha perso solo una regata nei flight che si sono susseguiti per due giorni a Scarlino, nella Match Race Internazionale organizzata dal Club Nautico della città toscana: vittoria da incorniciare per il timoniere brindisino Armando Miele, che è sceso in acqua con equipaggio di tutto rispetto composto dai veterani Pierluigi Fornelli nel ruolo di randista e tattico, da Manuele Pasotti nel ruolo di tailer e da Stefano Flori nel ruolo di prodiere. Il “Cesynt Sailing Team” ha battuto nella manifestazione di grado 3 Isaf equipaggi provenienti anche da Finlandia, Svizzera e Germania.

SCARLINO - Ha perso solo una regata nei flight che si sono susseguiti per due giorni a Scarlino, nella Match Race Internazionale organizzata dal Club Nautico della città toscana: vittoria da incorniciare per il timoniere brindisino Armando Miele, che è sceso in acqua con equipaggio di tutto rispetto composto dai veterani Pierluigi Fornelli nel ruolo di randista e tattico, da Manuele Pasotti nel ruolo di tailer e da Stefano Flori nel ruolo di prodiere. Il "Cesynt Sailing Team" ha battuto nella manifestazione di grado 3 Isaf equipaggi provenienti anche da Finlandia, Svizzera e Germania.

Vento debole da 8 a 10 nodi e mare senza onda hanno contribuito a determinare una situazione in cui ha prevalso più che mai la tattica, vera sostanza di questo tipo di specialità. Le regate si sono disputate con sei First 750. Al secondo posto si è classificato un altro equipaggio italiano con al timone il campione di classe Laser Umberto Crivelli Visconti. Terzo classificato l'equipaggio finlandese con timoniere Antti Lutha, 47° nel ranking mondiale.

Dopo la vittoria, Miele ha dichiarato: "Abbiamo disputato un ottimo match. Per la prima volta ho avuto la possibilità di regatare con lo stesso team e l'affiatamento dell'equipaggio è stato determinante per vincere le regate più difficili. In particolare il match contro il finlandese e l'ultimo contro lo svizzero sono stati molto combattuti e siamo riusciti a vincerli proprio per le manovre eseguite molto velocemente da un equipaggio affiatato. Adesso l'obiettivo è quello di entrare nei primi cinquanta timonieri al mondo e contiamo di riuscirci nel prossimo anno".

Ora Miele è atteso alla prova in acque di casa per i prossimi appuntamenti del circuito internazionale di match race. Il primo a novembre ed il successivo a dicembre. Nei trofei di match race organizzati dal Circolo della Vela Brindisi non mancano infatti i migliori atleti a livello mondiale ed anche per quest'anno si attendono equipaggi di grande valore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento