rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Sport

Memorial e happening per Big Elio

BRINDISI - La partita conterà poco o nulla, mercoledì sera, quando sul parquet di contrada Masseriola scenderanno in campo l’Enel Basket e Montegranaro. Per i brindisini sarà l’ennesima serata amarcord, di quelle dalle forte emozioni e dai grandi ricordi. Questo sarà infatti il primo Memorial Elio Pentassuglia: il giusto e sicuramente tardivo omaggio ad un personaggio che allo sport, al basket brindisino ed italiano, ha dato tanto.

BRINDISI - La partita conterà poco o nulla, mercoledì sera, quando sul parquet di contrada Masseriola scenderanno in campo l'Enel Basket e Montegranaro. Per i brindisini sarà l'ennesima serata amarcord, di quelle dalle forte emozioni e dai grandi ricordi. Questo sarà infatti il primo Memorial Elio Pentassuglia: il giusto e sicuramente tardivo omaggio ad un personaggio che allo sport, al basket brindisino ed italiano, ha dato tanto.

Certo ci sarà la curiosità di vedere sul campo gli uomini di Piero Bucchi, dopo la non esaltante prima uscita al Memorial Antonio Cezza di Trani, ma la società più che un'amichevole sta organizzando un vero e proprio happening. Che inizierà fin dall'ingresso nell'atrio dell'impianto sportivo, dove gli spettatori potranno ammirare un'originale fotogallery nel ricordo di Big Elio. All'interno poi, una particolare scenografia arricchita da musica e immagini, renderà l'evento sicuramente indimenticabile sin dal pre-partita.

Nell'intervallo del match sarà reso omaggio alla famiglia Pentassuglia ed ai play-maker non più in attività "legati" a Big Elio: Claudio Calderari, Antonio Bray, Roberto Cordella, Francesco Fischetto e Roberto Brunamonti.

Dopo i 40 minuti di gioco, si svolgerà la cerimonia di chiusura con la consegna dei trofei alle squadre e ai giocatori. A far da cornice ad ogni fase della serata ci saranno sempre i ragazzi del settore giovanile dell'Enel Basket Brindisi, per sottolineare l'impegno, la tenacia, quasi l'ostinazione di Elio Pentassuglia nell'educare e formare i più giovani, anche su un campo di pallacanestro.

I biglietti sono in prevendita presso l'agenzia Snai di via Appia. Prezzi: 5 euro per l'anello superiore, 12 euro per il parterre.

Brevi profili degli ospiti della serata.

Claudio Calderari - Uno dei simboli della pallacanestro locale, un vero talento naturale dotato di grande capacità di tiro dalla lunga distanza (e ai suoi tempi non c'era il tiro da 3 punti!). Sin da giovanissimo ha sempre e solo giocato con la maglia della Libertas Brindisi (dal 1958 al 1975), nonostante le lusinghe di molti club più importanti. Genio e sregolatezza nella sua carriera: tale e tanto da risultare tra i giocatori più forti della serie cadetta di allora. Ha vestito più volte la maglia della nazionale B e militare.

Antonio "Tonino" Bray - Cresciuto cestisticamente nelle giovanili a Brindisi, ha disputato diversi campionati di serie B e in serie A con la Partenope Napoli. Terminata la carriera da giocatore ha intrapreso quella da allenatore ottenendo importanti risultati e numerose promozioni con diverse società.

Roberto Cordella - E' stato definito come il prototipo del playmaker di basket. E' cresciuto nelle giovanili della Libertas Brindisi dove ha disputato diversi campionati di serie A prima di passare a Forlì e a Napoli, sempre nella massima serie. Si è distinto anche per alcune presenze nella nazionale italiana. Ha concluso la carriera ritornando a Brindisi.

Francesco "Checco" Fischetto - Ha scritto importanti pagine della storia della pallacanestro brindisina. Cresciuto nelle giovanili nella Libertas, poi con la Pallacanestro Brindisi ha disputato alcuni campionati di serie B culminati con la conquista della doppia promozione dalla serie B alla serie A nel team allenato da Piero Pasini. Ha indossato in seguito le maglie di Trieste, Verona, Desio e Reggio Emilia.

Roberto Brunamonti - Uno dei migliori playmaker italiani di tutti i tempi, ha disputato 21 stagioni in Serie A: sette a Rieti, dove nel 1980 vince la Coppa Korac e poi a Bologna con la maglia della Virtus dal 1982 al 1996 (4 scudetti, 3 Coppe Italia, una Supercoppa e una Coppa delle Coppe). Con la nazionale ha totalizzato 255 presenze conquistando un argento olimpico nonché un oro, un argento ed un bronzo ai campionati europei.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Memorial e happening per Big Elio

BrindisiReport è in caricamento