rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Sport

Memorial, finale S.Vito-Soverato

S.VITO DEI NORMANNI - Cedat 85 San Vito contro Volley Soverato: sarà questa la finale del terzo “Memorial Raimondo Errico-Trofeo Enersol” in programma alle 19 di domani, domenica 25 settembre, al PalaMacchitella. Questo, infatti, è il responso della prima giornata del quadrangolare in corso a San Vito dei Normanni, ad iniziativa del sodalizio sanvitese, di fatto un importabnte test di messa a punto precampionato - si comincia il 9 ottobre - tra formazioni di A/2.

S.VITO DEI NORMANNI - Cedat 85 San Vito contro Volley Soverato: sarà questa la finale del terzo "Memorial Raimondo Errico-Trofeo Enersol" in programma alle 19 di domani, domenica 25 settembre, al PalaMacchitella. Questo, infatti, è il responso della prima giornata del quadrangolare in corso a San Vito dei Normanni, ad iniziativa del sodalizio sanvitese, di fatto un importabnte test di messa a punto precampionato - si comincia il 9 ottobre - tra formazioni di A/2.

I due incontri eliminatori previsti dalla formula del torneo si sono conclusi con la netta vittoria del Soverato ai danni del Pontecagnano (13, 19, 21 i punti per sete delle campane) e con il successo - decisamente più sudato - della Cedat 85 San Vito ai danni del Matera (3-1). La prima gara, come detto, ha visto prevalere in poco più di un'ora di gioco le calabresi apparse già in palla e ben rodate; mattatrice della partita la serba Ivana Nesovic. Nel Pontecagnano, invece, si è avvertita molto l'assenza della nazionale spagnola Collar.

Nel secondo incontro, quello che ha messo di fronte le sanvitesi alle lucane, c'è stata più battaglia (un'ora e 48 minuti di gioco), ma è stata una gara caratterizzata dai tantissimi errori: ben 34 quelli commessi dalle biancazzurre di Lo Re, che hanno perso un primo set tiratissimo, e spesso apparse appannate e poco concentrate al servizio (15 le battute sbagliate da Lo Cascio e socie), che si sono perciò complicate la vita. Ma si tratta di problemi preannunciati dai test match di pochi giorni fa giocati dalla Volley S.Vito con due squadre di serie B/1.

Non bisogna dimenticare, poi, che la squadra biancoazzurra è stata profondamente rinnovata in estate, e che le ragazze hanno bisogno ancora di qualche tempo per raggiungere forma ed intesa ottimali. Il tempo tuttavia è poco. Top scorer di questo match la texana della Cedat 85, Angela Bensend (21 punti all'attivo per lei). Energico il muro di Alessia Travaglini (5 punti in questo fondamentale) che continua a dimostrarsi una garanzia. Dall'altra parte della rete hanno punto di più le straniere Ivana Popovic e Magdalena Tekiel (per entrambe 14 punti). Questa, infine, la progressione dei set del confronto appulo-lucano: 25-27, 25-22, 25-21, 25-21.

Appendice tutta ad uso e consumo dei sostenitori, la presentazione ufficiale con opportuna scenografia del nuovo roster al pubblico della Volley San Vito, anche se ce n'è stata una pochissimi giorni addietro alla Base Onu di Brindisi, in occasione della firma del protocollo tra la stessa Cedat 85 e il Worl Food Programme, con cui la squadra sanvitese si impegna a portare non solo sulle magliette, ma su tutti i campi di gioco della serie A/2 femminile l'appello a sostenere le campagne dell'importante agenzia delle Nazioni Unite per combattere la fame nel mondo, e soprattutto per strappare i bambini alla morte per carenza di nutrizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Memorial, finale S.Vito-Soverato

BrindisiReport è in caricamento