Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport

Mezzo passo falso col Manfredonia, occasione sprecata per il Brindisi

Il Brindisi non va oltre il pari casalingo (1-1) con il Manfredonia, nell'ottava giornata di ritorno del campionato di Serie D. Si tratta di uno stop pesante per i biancazzurri, che sprecano la possibilità di accorciare i punti di distanza dal secondo posto, che restano 6 in virtù del pareggio del Potenza a Monopoli. Salgono però a tre le lunghezze dal terzo posto

BRINDISI - Il Brindisi non va oltre il pari casalingo (1-1) con il Manfredonia, nell'ottava giornata di ritorno del campionato di Serie D. Si tratta di uno stop pesante per i biancazzurri, che sprecano la possibilità di accorciare i punti di distanza dal secondo posto, che restano 6 in virtù del pareggio del Potenza a Monopoli. Salgono però a tre le lunghezze dal terzo posto, occupato dal Taranto. E’ un risultato che lascia l'amaro in bocca ai circa 4mila spettatori presenti al Fanuzzi (record stagionale), che ha regalato un gran bel colpo d’occhio. Ancora salta un avversario 2-2

I padroni di casa hanno regalato al compagine sipontina il primo tempo, concluso meritatamente in vantaggio dalla formazione di mister Vadacca grazie a un con gol dell'ex De Vita, cresciuto nel settore giovanile dell'Orsa Maggiore. Nella ripresa c'è stata una buona reazione del Brindisi culminata col gol del pareggio realizzato da Molinari su calcio di rigore, ma forse non ci si poteva aspettare di più dai biancazzurri, penalizzati dalle pesanti assenze dei centrocampisti Pollidori, De Vivo e Danucci. La mossa di piazzare il difensore Ciano sulla linea mediana ha tamponato solo in parte la grosse lacune con cui Castellucci ha dovuto fari i conti nel settore nevralgico (Ancora salta un avversario).

La partita. Al 10', Molinari manca la deviazione di resta su cross di Esposito. Al 12', Pizzolato blocca senza affanno un tiro dai 20 metri di Romito. Al 21', Molinari ci prova con un calcio piazzato dai 30 metri, sfiorando la traversa. Al 33', Loiodice fa un dai e vai in velocità sulla fascia, chiudendo Varsi punta un avversario-2l'azione con un tiro dal limite che non impensierisce De Gennaro. Al 37', De Vita sorprende Pizzolato con un pallonetto da 40 metri; la traiettoria è centrale, ma il portiere brindisino si trovava fuori dai pali. Il primo tempo, deludente per quanto riguarda il Brindisi, non regala altre emozioni.

Al 7' della ripresa, De Vita tenta di centrare l'angolo basso alla destra di Pizzolato, ma il suo rasoterra finisce sul fondo. Sul ribaltamento di fronte, De Gennaro afferra un tiro ravvicinato di Esposito.  Al 12', De Gennaro, con un notevole riflesso, devia sul fondo un tiro di Molinari dal limite dell'area piccola "sporcato" da una deviazione. Al 20', Palumbo viene espulso per doppia ammonizione. 

Al 25', Varsi viene atterrato in area. L'arbitro fischia il penalty. Dagli 11 metri si prese Molinari, che spiazza De Gennaro, confermandosi in testa alla classifica cannonieri. Al 29', De Vita si presenta a tu per tu con Pizzolato, in zona defilata; per due volte gli calcia addosso. Mannone nell'area del Manfredonia-2

I padroni di casa non riescono a cingere gli avversari d’assedio. Di fatto, una volta raggiunto il pareggio, gli uomini di Castellucci non riescono più a rendersi pericolosi. Al 34', Ancora parte in contropiede, servendo Esposito con un passaggio filtrante; l'attaccante biancazzurro calcia sulla parte esterna della rete. Al 47', Pizzolato non si fa sorprendere su un tiro dalla grande distanza.  Paradossalmente, è degli ospiti l'unica conclusione del finale. Il forcing del Brindisi, infati, non sortisce neanche un'occasione degna di nota. 

Le ambizioni dei biancazzurri vengono dunque mortificate da questo risultato. L'obiettivo più realistico è adesso il terzo posto. Domenica prossima, la squadra farà visita alla Gelbison. (Le foto sono di Vito Massagli)

Brindisi - Manfredonia 1-1
Brindisi: Pizzolato, Lorito, Raho, Ciano, Mannone, Ferrara, De Vivo, Varsi (Ascione dal 31' st), Loiodice, Molinari, Esposito, Ancora. A disposizione: Cattafesta, Ivone, Ascione, Pellegrino, Dinielli, Tagliente, Ascione, Lo Russo. Allenatore: Castellucci
Manfredonia: De Gennaro, Romeo, Colombaretti, Palumbo, Vergori, Rizzi, Romito, Gentile (Totaro dal 44' st), De Vita, La Porta (Bozzi dal 24' st), Molenda (Gentile dal 12' st). A disposizione: Palma, Forte, Morsillo, Totaro, Stajano, Gentile, De Rita, Bozzi, Coccia. Allenatore: Vadacca 
Arbitro: Achille Simiele di Albano Laziale 
Marcatori: De Vita (Manf) al 37' pt; Molinari (Br) al 25' st su calcio di rigore. 
Note: Circa 4mila spettatori al Fanuzzi; espulso Palumbo (Manf) al 20' st 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mezzo passo falso col Manfredonia, occasione sprecata per il Brindisi

BrindisiReport è in caricamento