menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mino Taveri sventola banconota e viene allontanato. "Mi scuso, ho sbagliato"

Il giornalista brindisino, volto noto di Mediaset Premium, ha avuto un alterco con alcuni tifosi del Real Madrid, dopo il contestato calcio di rigore concesso alle merengues

BRINDISI – L’onda emotiva per il contestatissimo calcio di rigore che ha sancito l’eliminazione della Juventus dai quarti di finale della Champions League nel match andato in scena ieri sera (11 aprile) al Bernabeu, ha travolto anche il giornalista brindisino Mino Taveri, volto noto di Mediaset Premium.

L’emittente televisiva argentina Olè ha infatti pubblicato un video (diventato subito virale) in cui il giornalista ha un alterco con alcuni tifosi madridisti, ai quali mostra una banconota da 50 euro. Poi un paio di addetti alla sicurezza lo accompagnano fuori dalla tribuna stampa. 
Nel pomeriggio, il conduttore ha espresso pubblicamente le sue scuse, attraverso una nota che pubblichiamo di seguito. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Dico subito che ho sbagliato io: non do colpe a nessuno, così evitiamo ogni malinteso. Ho perso la calma e non dovevo. Soprattutto perché ero in tribuna stampa, in trasferta di lavoro e rappresentavo la mia azienda e la mia testata giornalistica”. 

“Capite quindi come sia dispiaciuto per l’episodio che mi ha visto protagonista. E proprio sull’episodio in questione vorrei solo precisare due cose. La prima: il gruppetto di tifosi che si vede nelle immagini mi aveva preso di mira già da un po’ e fino a un certo punto sono riuscito, come mio dovere, a ignorarli”. 

“La seconda: nella concitazione dei minuti finali del match ha vinto l’impulsività e ho cercato un gesto che voleva essere ironico ma, lo capisco benissimo, pur non essendo violento è risultato molto antipatico. Ma era rivolto solo ai quel gruppetto di tifosi, né all’arbitro, né alla società madrilena, né ai colleghi spagnoli. Questi i fatti. Di cui mi scuso con i telespettatori e con i tifosi spagnoli»”
 

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento