rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Sport

Mondiale F2 inshore, vince Petterson

BRINDISI - Lo svedese Ola Petterson, team Baba, viene portato in trionfo davanti alla scalinata Virgilio. E' lui il vincitore della tappa brindisina del Campionato mondiale inshore F2 che questo fine settimana ha infiammato il lungomare Regina Margherita.

BRINDISI - Lo svedese Ola Petterson, team Baba, viene portato in trionfo davanti alla scalinata Virgilio. E' lui il vincitore della tappa brindisina del Campionato mondiale inshore F2 che questo fine settimana ha infiammato il lungomare Regina Margherita (video). Lo svedese e' stato protagonista di un appassionante testa a testa con il connazionale Johan Osterberg, team Molgaard, giunto secondo. Sul terzo gradino del podio, l'austriaco Rupert Temper, team Dac. Si deve accontentare del quarto posto, invece, l'italiano Paolo Zantelli, uscito dalla zona podio dopo una partenza fulminante.

Migliaia di persone assiepate lungo viale Regina Margherita e la banchina del Monumento al Marinaio si sono entusiasmate davanti allo spettacolo dei bolidi del mare che sfrecciavano nello specchio d'acqua del porto interno, in un tracciato che abbracciava i Seni di Ponente e Levante. Dopo meno di 10 giri, il giudice di gara ha dovuto alzare bandiera gialla e sospendere la gara in seguito alla rottura di una boa. Alla ripresa delle ostilità, sono stati i due svedesi a monopolizzare il gran premio. Petterson, alla fine, ha vinto con buon margine di distacco sul connazionale.

Subito dopo la bandiera a scacchi, grande festa sul palco allestito ai piedi della scalinata Virgilio. La folla ha tributato un'autentica standing ovation al celeberrimo compositore Giulio Rapetto, in arte Mogol, testimonial della kermesse (video). Tappi di spumante in aria, poi, per i protagonisti del weekend: i piloti. Osterberg è stato premiato per aver vinto il match-race svoltosi ieri. Petterson, oltre ad aver tagliato per primo il traguardo, ha anche effettuato il giro più veloce. Lo svedese Erik Stark e' stato invece premiato per aver conquistato la pole position.

A giudicare dalla soddisfazione espressa dagli organizzatori e dal presidente della Federazione italiana della motonautica, vi sono buone possibilità che il mondiale inshore faccia tappa a Brindisi anche il prossimo anno. Il paddock, intanto, viene rimosso da piazzale Lenio Flacco. I 21 equipaggi in gara si sono dati appuntamento in Inghilterra, dove si svolgerà la quarta prova del mondiale. (Fotoservizio di Gianni Di Campi)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondiale F2 inshore, vince Petterson

BrindisiReport è in caricamento