Venerdì, 22 Ottobre 2021
Sport

Mondiale motonautica: i bolidi del mare torneranno a Brindisi il prossimo giugno

Dopo il grande successo delle passate edizioni, torna a Brindisi il Campionato Mondiale di Motonautica F2 In -Shore, F4 e GT15, uno degli appuntamenti più interessanti dell'estate brindisina. Organizzatore dell'unica tappa italiana di questa prestigiosa competizione è il Circolo Nautico Porta D'Oriente

BRINDISI - Dopo il grande successo delle passate edizioni, torna a Brindisi il Campionato Mondiale di Motonautica F2 In –Shore, F4 e GT15, uno degli appuntamenti più interessanti dell'estate brindisina. Organizzatore dell'unica tappa italiana di questa prestigiosa competizione è il Circolo Nautico Porta D'Oriente che si avvale della collaborazione della Fim, Federazione Italiana Motonautica e della Uim, Union Internationale Motonatique. 
La quarta edizione dell’evento è stata presentata alla Bit, la Borsa Internazionale del Turismo, vetrina ideale per una manifestazione mondiale che attira ogni anno l’attenzione di migliaia di persone provenienti da diversi Paesi.

Il campionato mondiale di motonautica è stato illustrato, insieme alle altre iniziative della città di Brindisi, nella sala conferenze dello stand di Pugliapromozione, padiglione 9. Hanno partecipato ai lavori l’organizzatore, Giuseppe Danese, e l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Loredana Capone.        

La gara si svolgerà anche quest'anno nel porto interno, nello specchio d'acqua antistante la Capitaneria di Porto e la Scalinata Virgilio, il 25 e il 26 giugno prossimi. Per due giorni, dunque, il lungomare Regina Margherita accoglierà il pubblico, sempre più numeroso, che ha dimostrato grande interesse nei confronti di questa manifestazione. Sport a parte, infatti, l'evento regalerà forti emozioni, scariche di adrenalina a tutti coloro che, anche solo per pura curiosità, decideranno di fare una passeggiata sul lungomare che ospiterà team, giornalisti di settore ma anche turisti   provenienti da diverse parti del mondo.

Tutti rapiti dal rombo dei bolidi del mare, affascinati dalle caratteristiche imbarcazioni, incantati dallo spettacolo di flyboard. Tutti con gli occhi puntati sullo specchio d’acqua  durante la coreografica sfilata delle imbarcazioni con le rispettive bandiere, indubbiamente il momento più suggestivo fra quelli che precedono la gara. Inoltre, a proposito di piloti, nel 2015 l’adesione è stata massiccia, ben 53 team in rappresentanza di 17 Paesi. Numeri che lasciano ben sperare per il prossimo futuro. 

"Anche quest'anno Fim e Uim hanno confermato la tappa brindisina del Campionato di F2, prova tangibile del riconoscimento del nostro lavoro, ne siamo orgogliosi- ha dichiarato Giuseppe Danese del Circolo Nautico Porta D'Oriente- Non è facile pianificare un evento sportivo di questa portata, ma, forte della collaborazione con Autorità Portuale, Capitaneria di Porto, Camera di Commercio,Regione Puglia, Amministrazione Comunale, la mia famiglia ha deciso di confermare l'impegno assunto negli anni passati e portato avanti con grande spirito di sacrificio ed amore nei confronti della città. In questi anni abbiamo riscontrato grande entusiasmo da parte delle famiglie, in particolare dei bambini che hanno voluto fare un giro nel porto con le nostre imbarcazioni. Fra gli obiettivi dell'edizione 2016- ha concluso Giuseppe Danese, campione del mondo nel 2007 insieme al fratello Massimo- indubbiamente, un loro maggiore coinvolgimento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondiale motonautica: i bolidi del mare torneranno a Brindisi il prossimo giugno

BrindisiReport è in caricamento