rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Sport

Moore fa il "bombarolo", Giuri guida la difesa: Happy casa rigenerata

Favoloso terzo quarto di Moore. Poi svolta tattica di coach Vitucci, che decide di amministrare il vantaggio

BRINDISI - L’Happy Casa Brindisi fa passi da “gigante del basket” verso la permanenza  A  con più punti in classifica, migliore qualità di gioco e con la conferma della ritrovata consapevolezza nei propri mezzi. Questa volta è stato il turno di Pistoia che in una partita- spareggio di vitale importanza per gli obiettivi comuni alle due società, è stata sconfitta ed ha lasciato alla squadra di coach Vitucci anche la migliore differenza canestri, completamente ribaltata dal -6 del girone di andata (83-77) al + 14 (88-74) della vittoria conseguita domenica scorsa, e di essenziale valore per la classifica avulsa, in caso di parità di punti nella classifica finale.

"Cartelli offensivi e lancio d'acqua": multa da 2400 euro

Happy Casa in crescita

La giornata di campionato si è rivelata benevola per l’Happy Casa Brindisi che ha guadagnato un vantaggio di 4 punti nei confronti di Pesaro, sconfitta in casa da Reggio Emilia, con la circostanza favorevole di doverla incontrare al PalaPentassuglia il prossimo 18 marzo, ma gode  anche 2 punti in più nei confronti di Capo d’Orlando, sconfitta in casa da Bologna, e probabilmente anche di Varese che giocherà  in posticipo contro Milano. La progressiva crescita nella qualità di gioco, nel rendimento della squadra e nel conseguente raggiungimento dei risultati è indubbiamente coincisa con l’arrivo alla guida dell’Happy Casa di coach  Frank Vitucci che ha saputo migliorare le prestazioni dei singoli giocatori a disposizione esaltandone le potenzialità e integrandole nei meccanismi del gruppo, così da raggiungere la quadratura tattica assoluta messa in mostra in particolare nella partita contro Pistoia. 

New Basket-Pistoia 6-3

Dopo un primo tempo in cui l’Happy Casa ha manifestato concreti problemi in difesa e durante il quale Nic Moore ha pasticciato nel guidare la squadra ed ha realizzato solo un canestro, nella secondo coach Vitucci ha dato una svolta ed ha messo in campo un quintetto più equilibrato e più adeguato a  liberare proprio Nic Moore al tiro da fuori, dando corpo ad un eccezionale e decisivo terzo tempino chiuso con 33 punti realizzati. E’ stato proprio Nic Moore a  scuotere la squadra ed infiammare il PalaPentassuglia mettendo a segno una straordinaria sequenza di canestri con un formidabile 5/5 da tre punti, un canestro da sotto e due tiri liberi, per un parziale di 19 punti sui 21 complessivamente realizzati.

Il 5/5 da tre di Moore

E sul quel vantaggio conseguito nel segno di Nic Moore il  “bombarolo”, alla fine del terzo tempo (72-63,) che coach Vitucci ha ridisegnato strategicamente la squadra per passare dalla conduzione d’assalto, più fantasiosa e arrembante dello scatenato Moore, di Mesicek, Suggs e Lalanne, a quella geometrica e tattica di Marco Giuri e  Milenko Tepic. E c’è tuto il coraggio di coach Vitucci in questo cambiamento tattico della partita, che ha scelto di tenere in panchina Nic Moore per oltre 8 minuti dell’ultimo quarto, dopo che il play americano aveva strabiliato con le sue cinque “bombe” nel terzo quarto, con una decisione che è sembrata  azzardata ma che, invece, si è rivelata la più concreta, avendo privilegiato la necessità di amministrare il vantaggio acquisto per portare a compimento il risultato più importante.

New Basket-Pistoia 3-2

Coach Vitucci ha evidentemente avvertito la necessità di stringere le maglie e dare più consistenza alla difesa ed allo stesso tempo ha riconosciuto l’esigenza di dover amministrare con più raziocinio il vantaggio conseguito, senza correre ulteriori rischi, affidandosi a Marco Giuri e riservandosi la carta Nic Moore in panchina per ogni ulteriore occorrenza. E’ salito in cattedra Marco Giuri, infatti, che per ben 17 minuti ha gestito il gioco di squadra con la saggezza tattica che coach Vitucci aveva richiesto, contribuendo anche con la realizzazione di 6 punti (un 3/3 a due punti) e 4 rimbalzi.

Il coach brindisino, per ottenere il suo obiettivo di potenziare la difesa, ha voluto  schierare in campo anche Daniele Donzelli e Marco Cardillo, il “capitano” sempre puntuale e determinante quando c’è da lottare e difendere un risultato, questa volta artefice di una “tripla” con dedica speciale, realizzata in un momento decisivo della partita. Nel secondo tempo, perciò, dopo la straripante  prestazione nel terzo quarto di Nic Moore, con la squadra che ha privilegiato una saggia impostazione tattica, l’Happy Casa ha ottenuto il doppio risultato di aver amministrato saggiamente il vantaggio e contenuto l’attacco di Pistoia a soli 30 punti, con la lode ed il riconoscimento di coach Vitucci alla migliorata impostazione della difesa e soprattutto alla “panchina” per il decisivo contributo che questa volta ha fornito  in maniera determinate per il risultato finale.

New Basket-Pistoia 5-2

Ancora tanto lavoro da fare in difesa

E’ ora indispensabile, tuttavia, che coach Vitucci indirizzi il suo lavoro in palestra per migliorare l’impostazione difensiva della squadra, reparto in cui lo stesso coach brindisino crede molto tanto da ritenerlo indispensabile per costruire il necessario equilibrio su cui costruire una vittoria.

Soprattutto nel primo tempo della partita contro Pistoia, infatti, ma anche nelle precedenti prestazioni, proprio il reparto difensivo ha destato maggiori perplessità ed incertezza, ed ora dovrà essere necessariamente registrato, chiedendo maggiore concentrazione e più sacrificio tattico a Cady  Lalanne, (pur autore di una pregevole prestazione contro Pistoia con 12 punti realizzati e 12 rimbalzi catturati) e a Donta Smith, i due “lunghi atipici” chiamati a colmare la mancanza di un pivot di ruolo, cui spetta il compito di farsi valere sotto i tabelloni, ma anche a  Blaz Mesicek che da straordinario protagonista di prestazioni eccellenti in attacco, troppo spesso si lascia sorprendere dal suo diretto avversario e trascura la fase difensiva.

Il consolidamento del reparto difensivo diventa indispensabile  in particolare in vista delle due prossime partite proibitive, la prima in trasferta a Venezia(si giocherà domenica prossima con inizio alle ore 12) e quella successiva contro Milano, in programma la settimana successiva, al PalaPentassuglia.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moore fa il "bombarolo", Giuri guida la difesa: Happy casa rigenerata

BrindisiReport è in caricamento