menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mensa Sana Mesagne

Mensa Sana Mesagne

Nel derby con l'Assi la Mens Sana arriva ai play off

BRINDISI - Con due giornate di anticipo la Mens Sana Mesagne, sponsorizzata Falcon Service, approda nella poule promozione in serie C dilettanti. Hanno faticato più del dovuto i mesagnesi per avere la meglio su una Assi Brindisi in cerca di punti salvezza. Coach Galluccio recupera Giuri, fuori sede per motivi di lavoro, e schiera Zecca in regia, De Nitto e Giuri nell'area colorata, il vice migliore realizzatore del campionato Ranieri e Cagnazzo ai quali coach Amatori risponde con Risolo, Ventruto C., Rubino, De Maria e Ventruto F.

ASSI BRINDISI - MENS SANA FALCON SERVICE MESAGNE 55 - 57

ASSI BRINDISI: Guadalupi, Zecca 14, Ranieri 23, Pezzuto, De Nitto 2, Calò 3, Cagnazzo 3, Giuri 10, Tasso, Covelli n.e. Allenatore: G. Galluccio. MENS SANA MESAGNE: Rubino 17, De Maria 4, Scalera 9, Ventruto C. 5, Risolo 6, Capodieci, Carriero A. Carriero C. n.e., Ventruto F. 16, Dipietrangelo n.e. Allenatore: G. Amatori. Parziali: 15-14 14-13 13-11 13-19

BRINDISI - Con due giornate di anticipo la Mens Sana Mesagne, sponsorizzata Falcon Service, approda nella poule promozione in serie C dilettanti. Hanno faticato più del dovuto i mesagnesi per avere la meglio su una Assi Brindisi in cerca di punti salvezza. Coach Galluccio recupera Giuri, fuori sede per motivi di lavoro, e schiera Zecca in regia, De Nitto e Giuri nell'area colorata, il vice migliore realizzatore del campionato Ranieri e Cagnazzo ai quali coach Amatori risponde con Risolo, Ventruto C., Rubino, De Maria e Ventruto F.

Il Mesagne scende in campo con un approccio sbagliato pensando di trovare un'Assi remissiva la quale, invece, ha dato filo da torcere ai mesagnesi per tutta la gara. La partita correr sul filo dell'equilibrio per tutta la durata con uno scarto di cinque punti massimo tra le due formazioni. Le quattro triple, due a testa, di Zecca e Ranieri permettono al Brindisi di tentare la fuga, ma De Maria, con gli unici quattro punti dell'incontro, e Fabiano restano nella scia, chiudendo il primo tempino sul 15-14.

Quella in campo, sul legno del PalaMelfi, è la brutta copia della Mens Sana vista nelle ultime settimane. Imprecisa e insufficiente in attacco, chiuderà con 18/40 da due 2/10 da tre e 15/24 dalla linea della provvidenza, i mesagnesi non brillano neanche in difesa permettendo ai piccoli biancorossi Zecca (14) e Ranieri (23), di realizzare con continuità. Nel secondo quarto la partita non cambia e si continua sul sostanziale equilibrio con repentini capovolgimenti di fronte.

Nell'Assi Calò e Guadalupi fanno rifiatare Ranieri e De Nitto, mentre nel Mesagne Carriero A. concede minuti di riposo a Rubino (17), sempre deficitario nei liberi 4/10, 5/9 da due e 1/1 da tre con 5 recuperi. Alla fine del secondo periodo il Brindisi conduce 29 a 27 grazie a tre consecutive realizzazioni di Ranieri. Dopo il riposo lungo la partita non cambia la sua fisionomia. A una Mens Sana che gioca alla sagra degli errori, risponde un Brindisi aggressivo quanto basta a mandare in tilt l'attacco mesagnese.

Non sono sufficienti gli ingressi in campo di Capodieci e Scalera per svegliare i mesagnesi da un torpore generale ai quali si aggiunge l'infortunio di De Maria che si procura un problema muscolare. Al 5' l'Assi prova l'allungo sul 37-34 con la solita coppia Zecca - Ranieri, ai quali risponde il Mesagne con i liberi di Cristiano e Scalera che portano i viaggianti a -4 (42-38) alla fine del terzo periodo. Nell'ultimo tempo la partita vive di episodi, saltano i giochi e trova il canestro chi sbaglia di meno.

A 5' dal termine è ancora parità 48-48 grazie alla tripla di un ritrovato Scalera. Rubino e Fabiano provano l'allungano e cercano di chiudere la partita sul +5, ma Giuri e Calò si riportano a un solo tiro dal Mesagne, che resiste al pressing e al fallo sistematico e portano a casa la partita e la possibilità di partecipare ai prossimi play off di promozione. Ancora lunga la stagione per i brindisini che passeranno dalla lotteria dei play out per pervenire alla salvezza.

Il Mesagne invece, torna dopo otto anni nella elite del basket pugliese. L'obiettivo raggiunto non deve essere il punto di arrivo, ma il trampolino di lancio per l'assalto alla poule promozione. Nonostante gli infortuni di Canepa e De Maria, la formazione mesagnese ha tutte le credenziali necessarie per affrontare alla pari qualsiasi formazione che parteciperà ai play off, a patto che tutti i protagonisti credano nelle loro potenzialità. Intanto mercoledì si gioca il turno infrasettimanale quando la Mens Sana Falcon Service Mesagne ospiterà, alle ore 20:30 presso il palazzetto dello sport, il Basket Castellana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento