Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport

Altra sconfitta, e ora l'Enel deve guardarsi le spalle. James pessimo

L’Enel Brindisi esce a testa bassa anche dalla Unipol Arena di Bologna e cede alla Granarolo 75-68, disputando un’altra partita a fasi alterne, caratterizzata da un pessimo inizio e da un altrettanto brutto ultimo quarto. Pessima la prova di James

BOLOGNA - L’Enel Brindisi esce a testa bassa anche dalla Unipol Arena di Bologna e cede alla Granarolo 75-68, disputando un’altra partita a fasi alterne, caratterizzata da un pessimo inizio e da un altrettanto brutto ultimo quarto. Pessima la prova di James, che resta in campo solo 7 minuti e riesce a farsi fischiare quattro falli di gioco e un tecnico, facendo saltare tutti i piani partita di Bucchi. La situazione in classifica inizia ora a diventare preoccupante: Trento si è ripresa il quinto posto e deve ancora recuperare una partita, Bologna insegue a 2 punti e Cantù (nostra prossima avversaria) a 4.

I brindisini pagano il pessimo avvio di gara, lasciandosi sorprendere dalla pur prevedibile buona partenza dei padroni di casa, reduci da un -20 a Venezia. Pullen e compagni soffrono la difesa aggressiva che sembra ricordare quella del Nanterre, e fanno grande fatica a trovare la via del canestro. Il 17-4 iniziale è un brutto campanello d’allarme, l’1/10 da tre punti conferma che i tiratori dell’Enel non attraversano un grande periodo di forma.

Gli uomini di coach Valli fanno una difesa asfissiante con raddoppio sistematico su Mays, impedendo così al centro di arrivare a canestro. L’ingresso di Cournooh fa rompere il ghiaccio all’Enel e finalmente si vede un po’ di gioco. Fanno bene anche Bulleri e Zerini, e l’Enel recupera lo svantaggio iniziale fino a raggiungere il pareggio.

I brindisini si aggiudicano sia il secondo che il terzo periodo, grazie soprattutto alla zona 3-2 ordinata da Bucchi e ai tanti palloni recuperati in difesa. Nel terzo periodo si vede finalmente Pullen, ma ogni volta che si arriva ad un passo dal sorpasso, Brindisi spreca possessi e consente alla Granrolo di schizzare via.

L’ultima frazione di gioco segna un nuovo black-out degli ospiti, che si lasciano sovrastare da Reddic e compagni. Bologna segna il massimo vantaggio sul 74-61 e la partita è segnata. Ora bisognerà guardarsi le spalle, perché le inseguitrici sembrano più in forma e determinate dell’Enel.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altra sconfitta, e ora l'Enel deve guardarsi le spalle. James pessimo

BrindisiReport è in caricamento