rotate-mobile
Sport Ostuni

Ostuni, presentata la quinta prova del Campionato Offshore Classe 3000

OSTUNI - Presentata in conferenza stampa la quinta prova di motonautica valevole per il Campionato Italiano Offshore 3000 - Motorola Cup, che si svolgerà dal 22 al 24 luglio prossimo, nello specchio di acqua antistante il porticciolo di Villanova.

OSTUNI - Presentata in conferenza stampa la quinta prova di motonautica valevole per il Campionato Italiano Offshore 3000 - Motorola Cup, che si svolgerà dal 22 al 24 luglio prossimo, nello specchio di acqua antistante il porticciolo di Villanova.

Alla presenza del sindaco Domenico Tanzarella, dell'assessore alle Attività produttive Nicola Lo Tesoriere e del dirigente del settore, Maurizio Nacci, gli organizzatori hanno illustrato i tre giorni di gare valevoli per il gran premio offshore "Trofeo De Mitri".

Organizzata dall'associazione "Power boat racing" e dal Comune - Assessorato alle Attività Produttive, la gara interesserà un percorso che passerà a 200 metri dalla costa, grazie alla disponibilità della Capitaneria di Porto, e sarà orientato tra il porticciolo e lido Fontanelle per circa un paio di chilometri per poi puntare verso il largo.

In totale il rettangolo di gara sarà lungo complessivamente 4,5 miglia marine con 5 virate, da ripetersi 11 volte per una durata di 50 minuti. Le prove del sabato si disputeranno sul medesimo percorso per una durata di 1 ora e 30 minuti durante le quali gli scafi proveranno differenti assetti ed eliche allo scopo di ottenere un set up adatto alle caratteristiche del percorso e alle condizioni del mare. Il paddock sarà collocato nell'area adiacente e lungo il pontile del Circolo Nautico Villanova.

Alla prova prenderanno parte 21 equipaggi per la classe 3000 e 14 per la endurance, provenienti da tutta Italia: "Una corsa che può rilanciare ancora di più il nome di Ostuni in giro per l'Italia", si augura l'assessore Lo Tesoriere. "Speriamo che sia apprezzata da tutti gli spettatori che guardando l'offshore, apprezzino il nostro mare e la nostra terra. Un avvenimento importante e mi auguro che sia la prima di una sequenza di gare che negli anni possa ripetersi qui in Ostuni".

Dopo un percorso compreso nelle 50 miglia nautiche (su 11 giri e 50 minuti di competizione), si potrà finalmente tagliare il traguardo mentre chi non avrà completato tutti i giri prefissati, sarà classificato in coda alla scaletta finale a condizione che abbia percorso almeno il 70% della corsa. Il trofeo nazionale è composto da 8 tappe sino alla finalissima di Catania e, dopo la gara di Cagliari (annullata per le proibitive condizioni meteo marine) ora ci sono quella di Ostuni, Quartu Sant'Elena, La Maddalena e, dal 14 al 16 ottobre, come detto, Catania.

Una recente indagine ha sottolineato come anche questo sport appassioni un pubblico sempre maggiore e l'offshore si è ormai imposto come disciplina sportiva a tutti i livelli coniugando in maniera brillante l'aspetto agonistico con la passione della nautica da diporto.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostuni, presentata la quinta prova del Campionato Offshore Classe 3000

BrindisiReport è in caricamento