menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palazzetto, tra programmazione e fattibilità: giorni decisivi per l'adeguamento della struttura

BRINDISI – A poco più di quattro mesi all’inizio del campionato di serie A/1 (ma la festa-promozione è avvenuta un mese e mezzo fa), si terrà domani la conferenza dei servizi per programmare l’adeguamento strutturale del Palapentassuglia, che dovrebbe permettere all’Enel Basket di disputare in casa le partite casalinghe del torneo.

BRINDISI - A poco più di quattro mesi all'inizio del campionato di serie A/1 (ma la festa-promozione è avvenuta un mese e mezzo fa), si terrà domani la conferenza dei servizi per programmare l'adeguamento strutturale del Palapentassuglia, che dovrebbe permettere all'Enel Basket di disputare in casa le partite casalinghe del torneo.

All'inizio della settimana che sta per finire, il vicesindaco Mauro D'Attis aveva incontrato i capigruppo consiliari per anticipare il progetto: mille posti in più rispetto alla situazione attuale da distribuire tra gradinata e parterre per un costo che andrà dalle 600mila alle 700mila euro. Secondo le intenzioni dell'Amministrazione comunale, che si è sempre opposta all'idea di un ampliamento della struttura, e che ha preferito su una razionalizzazione dell'esistente, passando da 2502 a 3534 posti, il numero maggiore di sedie in più verrebbe ricavato nel parterre: 600 posti in più laddove finora erano 1308, e altre 419 in gradinata che si aggiungono alle attuali 2226. Nella stessa conferenza dei capigruppo di martedì scorso, il progetto aveva incontrato il favore dei rappresentanti della maggioranza, mentre l'opposizione aveva mantenuto le proprie perplessità. "Non capisco proprio come si potranno ricavare tutti quei posti nel parterre - aveva detto Vincenzo Guadalupi (Sel-Rifondazione) che aveva comunque preso atto del risparmio di 400mila euro rispetto al milione inizialmente previsto".

La Conferenza dei servizi di domani diventa comunque un passaggio fondamentale per quanto riguarda la programmazione di un progetto che continua a tenere tanti tifosi con il fiato sospeso (l'alternativa sarebbe infatti quella di dover giocare tutte le partite casalinghe a Taranto). Senza considerare che sulla riuscita dell'adeguamento, gravano anche i via libera degli organi competenti. Se i vigili del fuoco, attraverso le parole del comandante provinciale, avevano di fatto dato un parere positivo già in una delle ultime conferenze stampa, resta ancora da stabilire quale possa essere l'opinione del Coni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento