rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Sport

Parte Fultz, e forse anche Grant

BRINDISI - Il play maker brindisino Robert Fultz è considerato ufficialmente in uscita con destinazione Tezenis Verona, società di LegaDue che si propone l’obiettivo di entrare nel play off. La società brindisina ha aderito ed iniziato la trattativa da due settimane in seguito a pressanti e continue richieste della Tezenis Verona che intende ad ogni costo assicurarsi le prestazioni del giocatore brindisino, per proseguire con successo la corsa verso i play off.

BRINDISI - Il play maker brindisino Robert Fultz è considerato ufficialmente in uscita con destinazione Tezenis Verona, società di LegaDue che si propone l'obiettivo di entrare nel play off. La società brindisina ha aderito ed iniziato la trattativa da due settimane in seguito a pressanti e continue richieste della Tezenis Verona che intende ad ogni costo assicurarsi le prestazioni del giocatore brindisino, per proseguire con successo la corsa verso i play off.

La trattativa potrebbe concludersi in questa settimana e subito dopo la prossima partita contro Chebolletta Cantù, in programma domenica prossima al PalaPentassuglia, Robert Fultz si trasferirebbe a Verona. Si aprirebbe così il mercato della New Basket Brindisi che, intanto, sarà tenuta a ricoprire il ruolo lasciato libero da Robert Fultz per fare posto ad un play guardia americano sul quale sono già puntati le attenzioni di coach Bucchi e del settore tecnico e sul cui nome come al solito viene mantenuto il più stretto riserbo.

La società smentisce ulteriori notizie (che invece sono confermati da altre fonti) su un interessamento consistente da parte di società di LegaDue per Jerai Grant, giovante pivot con grandi margini di miglioramento che in questa prima parte del campionato ha trovato poco spazio e modesto minutaggio nelle rotazioni proposte da coach Bucchi. Robert Fultz, invece, dopo un breve periodo di appannamento è apparso in netta ripresa nelle ultime prestazioni.

Nella valutazione di mercato la società dovrà anche stabilire le condizioni fisiche ed i tempi di recupero del capitano Klaudio Ndoja e decidere una eventuale nuova formula, diversa dall'attuale 5+5, per poter finire in bellezza questa già straordinaria stagione agonistica, significativa anche perché ora sono le altre società ad interessarsi e richiedere giocatori facenti parte del roster brindisino.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte Fultz, e forse anche Grant

BrindisiReport è in caricamento