Partitella, poi breve vacanza prima della Cisco Roma

BRINDISI – Giocata la partita di allenamento con la giovanile del Gallipoli, il Brindisi se ne va in vacanza. Una breve sosta. Si riprenderà alle 14,30 di martedì nello stadio Fanuzzi per continuare la preparazione per la partita di andata degli spareggi promozione che il Brindisi giocherà domenica 23, al Fanuzzi, ore 16, contro la Cisco Roma. Nella gara amichevole di oggi l’allenatore Massimo Silva ha fatto ruotare tutti i giocatori, compreso il brasiliano Da Silva.

Massimo Silva

BRINDISI – Giocata la partita di allenamento con la giovanile del Gallipoli, il Brindisi se ne va in vacanza. Una breve sosta. Si riprenderà alle 14,30 di martedì nello stadio Fanuzzi per continuare la preparazione per la partita di andata degli spareggi promozione che il Brindisi giocherà domenica 23, al Fanuzzi, ore 16, contro la Cisco Roma. Nella gara amichevole di oggi l’allenatore Massimo Silva ha fatto ruotare tutti i giocatori, compreso il brasiliano Da Silva. Non ha utilizzato soltanto Mortelliti e Montella che hanno lavorato da soli. Non perché non siano guariti. E’ solo una precauzione del tecnico per evitare inutili sforzi. Da martedì anche loro ricominceranno a regime pieno.

Finita la partita, tutti a casa. “E’ uno stacco che non influirà minimamente sulla condizione psico-fisica dei giocatori  – commenta Massimo Silva -. Fisicamente stanno tutti bene e nello spogliatoio c’è tanta serenità oltre ad una voglia irrefrenabile di scendere in campo”. In effetti è stato dimostrato oggi, con la grinta che messa in mostra  nonostante si trattasse di una gara amichevole, che tutti hanno una voglia matta di fare bene per guadagnarsi un posto in squadra. Hanno segnato dodici o tredici gol. Portare il conto alla fine è diventata impresa non facile.

“La serenità in una squadra è fondamentale – dice il presidente del Brindisi Francesco Barretta -. I nostri ragazzi sono sereni e consapevoli delle loro notevoli potenzialità. Certo non sarà facile in questi spareggi. I nostri avversari sono tutti altamente competitivi. Dalla nostra abbiamo la tranquillità e la forma fisica”. Tranquillità. L’altra sera giocatori e società si sono trovati in un ristorante a Polignano a Mare. “Molta allegria e tanta goliardia - ha raccontato uno dei presenti -, con Da Silva e Moscelli, mattatori della serata”. Non hanno risparmiato nessuno dei presenti, compresi i presidenti Giuseppe e Francesco Barretta.

Nella loro allegria hanno coinvolto anche altri commensali che si trovavano lì per caso. E poi tanti brindisi in rima da parte dei giocatori. Il più “apprezzato”, però, è stato quello proposto da Giuseppe Barretta: “Se in C1 ci porterete il premio voi avrete”. Serenità e tranquillità, quindi, non mancano. E’ anche eccellente la condizione atletica. Come abbiamo già scritto in altre occasioni, è la caratteristica delle squadre preparate da Sergio Musa. Alla lunga i giocatori affidati a lui si trovano più birra nelle gambe di tutti gli altri.

Contro la Cisco Roma la condizione atletica potrebbe rivelarsi fondamentale. La squadra romana è la più tecnica dell’intero girone C. Per superarla bisognerà aggredirla, non farla ragionare. Esattamente quello che il Brindisi ha fatto nella gara di campionato, qualche settimana fa, al Fanuzzi. La Cisco uscì dal campo sconfitta per 3-1. Domenica prossima sarà importante adottare la stessa strategia e segnare il maggior numero possibile di gol.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In modo che a Roma, nello stadio Flaminio, si possa anche perdere, ma con uno scarto minimo di gol. Questo perché, per superare il turno, in caso di una vittoria per parte, vale la differenza reti. La partecipazione della squadra biancazzurra a questi spareggi ha scatenato una vera e propria febbre in città. La serie C1 o Prima divisione manca da una ventina di anni. Riconquistarla sarebbe un traguardo molto importante. “Noi ce la metteremo tutta – promette Massimo Silva -. E’ difficile, ma ci proveremo per dare una grande soddisfazione ai presidenti e agli sportivi di questa bella città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

Torna su
BrindisiReport è in caricamento