rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

Happy Casa cade con Varese: finisce 85-67, difesa in crisi

Rischiato anche un passivo più pesante. I padroni di casa per nulla frenati dalle fatiche di Europa Cup

MASNAGO – L’Openjobmetis Varese sbaraglia l’Happy Casa Brindisi all’Enerxenia Arena con un secco 85-67 che riassume l’esatto andamento della partita, e la raggiunge a quota 10. Non si può parlare di gita scolastica dei brindisini nelle nebbie delle Padania, ma era molto forte l’odore di asfaltata quando nelle prime fasi dell’incontro il distacco era giunto a quota 21 punti. Brindisi ha giocato sempre in salita, con un buon parziale nel secondo quarto (18-23) che aveva fatto sperare nel possibile aggancio dopo la pausa lunga. Invece l’incubo si è rimaterializzato: 27-16 di parziale al terzo quarto, quasi come nel primo finito 24 a 12). Vano il 16-16 dell’ultima frazione di gioco.

Openjobnmetis Varese-Happy Casa Brindisi-2

Diciotto punti sono tanti, anche per chi era consapevole che la trasferta all’Enerxenia Arena sarebbe stata da annoverare nella colonna delle sconfitte molto probabili, ma si contava sulla stanchezza della squadra di Attilio Caja data la fatica (vittoriosa) del match in casa di Europa Cup del 21 novembre con l’Alba Fehervar. Di questa speranza dei brindisini l’Openjobmetis ha fatto strame imperversando sin da subito nell’area della Happy Casa, frenata parzialmente solo nella seconda frazione della partita. A Alla fine, in cifre, 25 su 40 i tiri dall’area a segno contro i 14 su 33 dei brindisini, conto delle triple pari (9/30 contro 9/28), 43 rimbalzi contro 34 (9 Chappell e 5 ciascuno Moraschini e Brown per Brindisi, Scrubb 10 e Cain 12 per Varese).

Openjobnmetis Varese-Happy Casa Brindisi 6-2

Insomma, la difesa della Happy Casa non è tenuta stagna garantita, soprattutto se non tutti fanno il proprio dovere a puntino. Ci sarebbe pure da scrivere che è confermato anche il detto “nessuno è profeta nella ex patria”, con riferimento a Banks, Rush, al coach Frank Vitucci e al ds Simone Giofrè, tutti a Varese nella stagione 2012-2013, senonché Rush con 15 e Banks con 18 (ha eguagliato il top scorer avversario Scrubb), cui aggiungere il già citato Jeremy Chappell con 13 punti, il loro lo hanno fatto.

Openjobnmetis Varese-Happy Casa Brindisi 5-2

Happy casa irretita già dai primi minuti quando Varese attacca a testa bassa e va subito sul 10-2 con soli 8 tiri nei primi 5 minuti. La prevalenza nei rimbalzi dei padroni di casa è, in questa fase, netta. Vitucci manda in campo Maraschini per Clark e Wojciechowski per Brown, ma la musica sostanzialmente non cambia. Sul canestro di Brindisi piovono bombe. Finisce 24-12 il primo quarto. Del resto la percentuale al tiro della Happy Casa è del 26 per cento. Comincia male pure il secondo quarto: dopo 4 minuti il risultato è 34-13. Ma ecco che gli ospiti, orfani di pubblico per via del divieto giunto dal prefetto di Varese, hanno una scossa e riescono a chiudere sul 42-35. Da casa si respira, sette punti non sono una montagna.

Openjobnmetis Varese-Happy Casa Brindisi 4-2

Dopo la pausa lunga la battaglia ricomincia con uno scambio di tiri da tre; a segno Moore, Banks, Avramovic, Scrubb, Chappell. Ma soprattutto, Varese torna a imperversare in area brindisina. Ci mette una bomba pure Tambone e si riavvicina il massimo vantaggio per i padroni di casa dell’Openjobmetis: 65-47, più 18. Il parziale del terzo quarto è 27-16. All’8 dell’ultimo tempo di gioco Avramovic porta Varese sull’83-62: obiettivo raggiunto, Brindisi nuovamente sotto di 21 punti. Prima di questo shock, era andata a bersaglio una tripla di Rush, dopo era stato Banks a fare centro da fuori.

Openjobnmetis Varese-Happy Casa Brindisi 3-2

Varese però non vuole sorprese e mantiene una forte pressione sulla Happy Casa. La sirena arriva sull’85-67, e l’ultimo parziale è di 16-16. Restano a quota 10 in compagnia della Happy Casa Brindisi, la Vanoli Cremona riacciuffata dalla Armani Exchange Milano per 76-75 dopo aver sfiorato il colpaccio, e la Sidigas Avellino travolta in Casa per 49-79 dalla Umana Reyer Venezia, cui si aggiunge Varese. Vitucci e i suoi potranno rifarsi il 12 dicembre alle 18 in casa con la Grissin Bon Reggio Emilia. Nel frattempo, bisogna assorbire il colpo e rimettere a punto una macchina che, francamente, sin qui aveva fatto (come ampiamente detto) più di quanto atteso (Foto Legabasket Serie A).

OPENJOBMETIS VARESE-HAPPY CASA BRINDISI: 85-67

Openjobmetis Varese: Archie 11, Avramovic 17, Iannuzzi 1, Natali 2, Scrubb 18, Tambone 8, Cain 15, Ferrero 5, Moore 8, Bertone, Verri ne, Gatto ne. All.: Caja.

Happy Casa Brindisi: Banks 18, Brown 10, Rush 15, Gaffney 6, Zanelli, Moraschini, Clark 5, Chappell 13, Wojciechowski, Capoccia, Cazzolato ne, Taddeo ne. All.: Vitucci.

Arbitri: Manuel Mazzoni – Mark Bartoli – Marco Vita

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Happy Casa cade con Varese: finisce 85-67, difesa in crisi

BrindisiReport è in caricamento