Piscina: il sasso nell’acqua che verrà

OSTUNI - E’ fissata per sabato prossimo (alle ore 11) la cerimonia di posa della prima pietra della nuova piscina comunale (con annesso centro commerciale) che sorgerà nella zona 167, nei pressi di Santa Maria Madre della Chiesa. Il via ufficiale all’attività del cantiere avverrà alla presenza del sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella, del presidente provinciale del Coni, Nicola Cainazzo e dell’amministratore unico della Icos Sporting Club, Marco Macchitella.

finiti gli scavi, ecco la posa della prima pietra

OSTUNI - E’ fissata per sabato prossimo (alle ore 11) la cerimonia di posa della prima pietra della nuova piscina comunale (con annesso centro commerciale) che sorgerà nella zona 167, nei pressi di Santa Maria Madre della Chiesa. Il via ufficiale all’attività del cantiere avverrà alla presenza del sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella, del presidente provinciale del Coni, Nicola Cainazzo e dell’amministratore unico della Icos Sporting Club, Marco Macchitella. Sarà proprio la Icos di Lecce a realizzare e gestire, con lo strumento del project financing, la piscina comunale e l’annesso centro commerciale che sorgeranno nella Zona 167.

Circa un anno fa il sindaco di Ostuni firmò la convenzione con la ditta che si è aggiudicata la gara con la procedura del Project Financing.

In sostanza il Comune ha concesso alla ditta salentina il diritto di superficie su circa 20 mila metri quadri per 45 anni. La Icos potrà gestire direttamente la struttura o cederla a terzi.

Il Comune avrà diritto ad un monte ore da destinare alle associazioni di volontariato, alle scuole o a varie iniziative. Per i primi 15 anni l’ente comunale verserà nelle casse della Icos un contributo pari a 60 mila euro annuali. Il costo, tutto a carico del privato, è di circa 3 milioni di euro.

“L’obiettivo - spiega il sindaco Tanzarella - è quello di riqualificare la zona 167 attraverso la creazione di impianti e servizi per il tempo libero. Siamo ormai in una fase importante dei lavori della piscina e che daranno alla città, attraverso una procedura nuova, la possibilità di avere una nuova struttura”.

L’area sulla quale sarà realizzata l’opera ha una estensione di circa 21 mila metri quadri. Il progetto consiste nella creazione di un centro, tale da costituire una struttura polivalente per la pratica dello sport, attività ludiche, al servizio di utenza urbana ed extraurbana.

Il complesso è costituito da una piscina coperta climatizzata, completa dei servizi necessari alla pratica agonistica come tribune, spogliatoi ed impianti annessi; uno spazio da destinare all’attività ricreativa e di relax quale la zona Bar-Caffetteria e il Centro benessere per la riabilitazione motoria ed il benessere fisico, e un Centro Commerciale annesso di circa 1600 metri quadri.

Nella preliminare fase di scavo, alcuni intoppi hanno rallentato l’opera. La presenza di un cumolo di materiale di scarto ha infatti reso più complicato lo scavo, tanto da rendere opportuna anche una variante in corso d’opera. Successivamente è stato eseguito lo spostamento di una cabina elettrica e di un tubo dell’acquedotto. Ostacoli comunque superati, tanto da poter rendere oggi possibile la posa della prima pietra.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • La Polstrada recupera auto rubata dopo un inseguimento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento