menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Gianni Di Campi

Foto di Gianni Di Campi

Brindisi, il ritorno di mister Ciullo: “Usciremo da questo tunnel”

Il nuovo allenatore: “Gruppo coeso, il Brindisi è la mia Juventus”. Carbonella: “Nessun ritardo negli stipendi”

BRINDISI – Quando gli è arrivata la telefonata stava guardando una partita davanti al televisore e non ha esitato un istante a dire di sì. Mister Salvatore Ciullo torna con entusiasmo sulla panchina del Brindisi, dopo l’esonero del collega Massimiliano Olivieri. L’allenatore di Taurisano (Lecce) rileva una squadra a secco di vittorie da sei partite di fila (tre sconfitte e tre pareggi), risucchiata nella parte medio bassa della classifica, con due soli punti di vantaggio sulla zona playout.

Il direttore generale Enzo Carbonella e il ds Nicola Dionisio hanno puntato sul tecnico salentino per dare una svolta a un campionato che rischia di prendere una brutta china, dopo un ottimo avvio. I due dirigenti stamattina, insieme al socio Antonio Giannelli, hanno presentato il mister. Ciullo ha riproposto una dichiarazione con cui aveva fatto il suo esordio da allenatore del Brindisi nel dicembre 2012, punto di inizio di una parentesi conclusasi con l’esonero nel gennaio 2014, sempre nel campionato di Serie D: “Il Brindisi è la mia Juventus”.

Conferenza presentazione mister Ciullo-2

Giannelli, Carbonella e Dionisio hanno espresso parole di ringraziamento nei confronti di mister Olivieri per “l’impegno e la determinazione” con cui ha sposato la causa biancazzurra, centrando l’obiettivo della promozione nel campionato di Serie D. “Purtroppo nel calcio -  dichiara Dionisio – pagano sempre gli allenatori, che sono l’anello debole della catena”. “Abbiamo scelto Ciullo – afferma Carbonella – perché conosce l’ambiente. Gli rivolgiamo il nostro in bocca al lupo per riportarci in alto nella classifica, raggiungendo l’obiettivo della salvezza tranquilla. Il nostro non è un campionato da vertice. Dobbiamo limitarci a non rischiare nulla”:

Anche Ciullo parla del suo predecessore, rivolgendogli un abbraccio. “Questo – afferma il mister – è il nostro lavoro. Auguro a Olivieri un buon avvenire”. Il tecnico riferisce di aver visto due sole partite del Brindisi. Fra ieri pomeriggio e stamattina, coadiuvato dal nuovo preparatore atletico, il professor Cristian Manco, ha diretto due sedute di allenamento sul precampo del Fanuzzi. Ancora troppo poco per conoscere a fondo i suoi ragazzi, ma abbastanza per ricavare una “buona impressione del gruppo”, definito “unito, coeso e consapevole delle proprie potenzialità”. “Analizzeremo la situazione con i ragazzi – afferma il tecnico – per trovare un modo per uscire da questo tunnel. Non è semplice ma ce la metteremo tutta”.

Mister Salvatore Ciullo 2-2

Ciullo spiega che un cambiamento di modulo potrebbe provocare “confusione”. Per questo, con ogni probabilità, l’allenatore domenica prossima, in casa dell’Altamura, resterà fedele al suo modulo di riferimento, il 4-3-3. Quello in terra barese sarà un impegno estremamente delicato per i biancazzurri, che hanno assoluto bisogno di tre punti per allontanare lo spauracchio della zona playout. “In questa fase – afferma Ciullo – conta solo vincere. Sappiamo che l’appuntamento con l’Altamura (dietro al Brindisi di due lunghezze, ndr) sarà difficile. Eventuali contestazioni non ci dovranno spaventare”.

Allenamento Brindisi Fc 2-2

Ciullo conosce bene l’ambiente. Dopo l’esonero del gennaio del 2014, con la squadra a un passo dalla vetta della classifica, il tecnico ha continuato a seguire da tifoso le sorti del sodalizio di via Benedetto Brin. “Avevo voglia – dichiara – di tornare in questa piazza. La società mi ha parlato di un programma proiettato nel futuro, ma io guardo al presente. Se a fine stagione mi verrà data la possibilità di continuare, ne sarò felicissimo”.

A proposito di società, Carbonella smentisce gli spifferi riguardanti ritardi nella corresponsione degli stipendi. “Già l’anno scorso – dichiara il Dg – c’era chi parlava di una società in difficoltà, nonostante fossimo in regola con tutti gli adempimenti. Va ribadito che anche quest'anno siamo in linea con gli accordi presi con tutti i giocatori. Alcuni di loro sono addirittura avanti di due mensilità. E’ assurdo che oggi si parli di queste cose. Siamo in linea con tutto. Posso rassicurare l’ambiente che non abbiamo questo tipo di problemi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento